NETTUNO RICORDA LE VITTIME DELLE MAROCCHINATE

Nettuno, 18 Maggio – Il Circolo Culturale “Barbarigo”, nella Giornata nazionale in ricordo delle vittime delle marocchinate – rendendo omaggio a tutte le donne colpite dalle barbare e inenarrabili violenze del Corpo di Spedizione Francese operante contro l’Italia nella Seconda Guerra Mondiale -, si è recato nel luogo ove il 22 Febbraio 1944 venne uccisa, durante un tentativo di stupro da parte di un soldato statunitense, la diciassettenne nettunese Giulia Tartaglia.

Il “Barbarigo”, rinnovando l’omaggio ad una vittima dimenticata dei “liberatori”, chiederà all’Amministrazione comunale di porre fine alla ultra settantennale congiura del su tutti gli episodi criminali di cui si macchiarono le forze di occupazione americane, dedicando alla memoria di Giulia un luogo pubblico e che nelle scuole si parli finalmente di ciò che realmente avvenne in quei terribili mesi a Nettunia, senza odio e falsità, soprattutto, senza la speculazione militante delle solite “associazioni” politicizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.