Come da pronostico Castellana s’impone per 3 a 0 e conserva il secondo posto.
L’epilogo inatteso per Atripalda è la retrocessione in B1 con una giornata d’anticipo per i risultati maturati sugli altri campi (la sconfitta del Club Italia a Sora per 3-2 e la vittoria di Reggio Emilia con Loreto per 3-0).
La Sidigas saluta la serie A2, amarezza e delusione sono stampati sul volto del presidente Antonio Guerrera a fine gara.  La società che ha onorato con dignità gli impegni in campo e fuori e non si farà cogliere impreparata all’eventualità di un ripescaggio, ma intanto occorre ingoiare l’amaro verdetto del campo.
La gara contro i pugliesi offre poco allo spettacolo, Castellana (14 muri contro 1 di Atripalda) domina incontrastata e in un’ora di gioco archivia la pratica biancoverde. L’unica buona notizia in un giorno triste per il volley atripaldese è il rientro al volley giocato di Szaby Nmeth dopo l’infortunio ala caviglia.
A Sora la Sidigas Pallavolo Atripalda giocherà per onorare il campionato fino in fondo. Poi verrà il tempo delle analisi.
SIDIGAS ATRIPALDA
Bruno 1, David 1, Coppola (L), De Paula 13, Cuomo 4, Libraro, Nemeth 4, D’avanzo 1, Paris 1, Gallotta 7, Scialò 4, Mor 1. All. Lorenzoni.
BCC-NEP CASTELLANA GROTTE
Cazzaniga 12, Elia 7, Ricciardello, Falaschi 4, Castellano 12, Salgado 7, Maric 14, Cicola (L). Non entrati Rinaldi, Torre, Milushev, Giosa. All. Di Pinto.
ARBITRI: Bassan, Prati. NOTE – durata set: 20′, 22′, 24′; tot: 66′.