AVELLINO 1
BENEVENTO 1
AVELLINO (4-3-3): Fumagalli; Zappacosta, Izzo, Cardinale, Pezzella(42′ st De Gol); D’Angelo, Massimo, Arcuri(32′ st Lasagna); Millesi, Zigoni, Thiam( 1′ st De Angelis). A disp.: Fortunato, Puleo, Capua, Malaccari All.: Bucaro.

BENEVENTO (4-3-3): Gori; D’Anna, Siniscalchi, Rinaldi, Anaclerio; La Camera, Rajcic (29′ st Pedrelli), De Vezze (17’st Luisi); Cia, Altinier(34′ st Sy), Pintori. A disp.: Mancinelli, Signorini, Vacca, Kanouté All.: Imbriani.

ARBITRO: Cifelli di Campobasso.

Guardalinee: Atta Alla e Mosca.
Marcatori: 23′ pt Cia (B) , 49′ st Zigoni(A)
Ammoniti: De Vezze(B), Anaclerio(B), Siniscalchi(B), Luisi(B) Zappacosta(A), De Angelis(A), Pezzella(A)
Espulsi: D’Anna per doppia ammonizione, Fabiano e Martinez
Angoli: 8-4 Avellino
Recupero: 1′ pt e 4′ st
Note: Terreno in ottime condizioni, giornata ventilata, spettatori presenti 4500 circa, di cui 500 giunti da Benevento.
Nel derby campano tra Avellino e Benevento a gioire sono i tifosi biancoverdi accorsi in massa allo stadio Partenio/Lombardi per assistere al derby che si è concluso con il punteggio di 1 a 1. Passano in vantaggio gli stregoni che al 23esimo colpiscono con un fendente ravvicinato di Cia lasciato incredibilmente solo dalla difesa irpina. I sanniti prendono in mano le redini del gioco e sfiorano anche il raddoppio dopo che l’Avellino per i primi 15 minuti di gioco aveva coperto bene il campo. Nella ripresa la squadra di Imbriani parte forte e sfiora il raddoppio con una bella conclusione di Rajcic ma super Fumagalli dice di no deviando in angolo. L’Avellino si scopre e il Benevento parte con rapidi contropiedi orchestrati dal neo entrato Sy che fa il bello e il cattivo tempo in area dell’Avellino costringendo il Benevento a non chiude la partita. Il cuore dell’Avellino esce fuori con azioni manovrate, ci prova prima Massimo con un tiro dalla distanza ma il portiere Gori è attentissimo e devia in angolo con un colpo di reni. Il pareggio sembra nell’aria ma non è così, il Benevento ne apprifitta in contropiede con Pintori che a tu per tu con Fumagalli colpisce il palo e sulla respinta del legno Cia spara altissimo. Alla mezz’ora la svolta, D’anna già ammonito si lascia scappare De Angelis e lo stende, doppio cartellino giallo per il sannita e Benevento in dieci. Al 42esimo i giallorossi hanno la possibilità di chiudere il match con Pintori che calcia  a botta sicura dopo l’ennesimo contropiede, ma Fumagalli va a respingere in angolo miracolosamente. In pieno recupero quando i tifosi del Benevento già assaporavano la vittoria, il lampo di Millesi che di sinistro sventaglia al centro per l’imperioso stacco di testa di Zigoni che trafigge il portiere Gori. Il pareggio manda in visibilio i tifosi dell’Avellino che festeggiano il pareggio. A fine gara la gioia è incontenibile con i calciatori biancoverdi festeggiati sotto la curva sud.
Marco Pisano