Weekend nel nord Italia per Rusó Sala Koperdraat, la voce fresca e calda del jazz catalano. La giovane artista dalle tinte solari e luminose, torna in Italia dopo gli oltre 40 concerti nella penisola nello scorso anno, e le oltre 30 esibizioni in Germania al fianco della grande autrice Rosa Zaragoza. Venerdì 10 febbraio, alle 21.30, Rusó Sala debutta al Rive Jazz Club (Cartigliano – Vicenza), nell’ambito del Veneto Jazz Festival, una delle più importanti rassegne jazz italiane, con all’attivo oltre 100 concerti e 40 città coinvolte. Alla stessa ora, sabato 11, si esibirà all’Agriturismo Col de Venz (Mel – Belluno) e alle ore 18, invece,domenica 12 presso la Piccola Trattoria San Mauro (Premariacco – Udine), all’interno della rassegna dedicata ai song writer organizzata dal Folk Club Buttrio. A riscaldere il clima di questo gelido inverno sarà lo spettacolo: “La ciutat immaginaria” eseguito in unplugged, voce e chitarra per una perfamance asciutta e intensa. La voce vellutata e avvolgente di Rusó, puntulamente cattura il suo pubblico con una passionalità travolgente e irresistibile. Cantautrice dalla formazione multidisciplinare, Rusó Sala Koperdraat spazia dalla tradizione alle influenze più moderne: in Jonnhy Mithcel, Lhasa De Sela, Violetta Parra si trovano i suoi riferimenti più importanti. Allieva della grande autrice Rosa Zaragoza, Rusó Sala Koperdraat è nata a Roses, un piccolo paese sotto i Pirenei, vicino Girona, lì dove le montagne si tuffano nel mediterraneo. Nel suo secondo cognome conserva le origini olandesi, a testimonianza del respiro internazionale della sua cultura e della sua essenza artistica. Dalla terra e dal mare nasce la sua musica. Nella sua arte l’incontro scontro di istanze diverse si fondono nel grande crogiuolo di quel meraviglioso mondo chiamato Mediterraneo. Attiva da numerosi anni nel panorama musicale spagnolo, si è esibita i numerosi teatri e gallerie tra cui La Escala, il Teatre d´Anglès e la Cellera del Ter. Il 2012 la vedrà protagonista della tournée europea di presentazione del suo nuovo progetto “Mar en dins”. Questo nuovo disco, in pubblicazione a fine del 2012, nasce dall’incontro con il pianista Kekko Fornarelli, uno dei talenti jazz più apprezzati in Italia ed all’estero.