Ultimo impegno del girone di andata per la Scandone Sidigas Avellino che nel posticipo di domenica sera affronterà al PalaDelMauro l’Umana Venezia  dell’ex Szymon Szewczyk. Partita da vincere assolutamente, prima di tutto per essere certi di entrare nelle prime 8 e per  partecipare alla Final Eight di Torino e, in secondo luogo, per incamerare altri due punti in una classifica che si sta accorciando.” Per noi è una partita di grande importanza  perché è l’ultima, di un girone di andata e il nostro obiettivo è di girare a 9 vittorie. – esordisce  coach Vitucci – Giochiamo in casa e non possiamo avere altri cedimenti dopo Casale e Siena. Dobbiamo scendere in campo con la consapevolezza di avere di fronte una delle squadre più in forma del momento, cercando  di arginare il loro talento individuale, giocando con tanta intensità. Inoltre dovremo sfruttare il supporto del pubblico che ci segue sempre. Per quanto riguarda la situazione fisica della squadra, Spinelli speriamo di portarlo in panchina e vedere quanto e se sarà possibile utilizzarlo, mentre Johnson ha qualche problemino al ginocchio, ma per domenica recupererà.”“Giocare conoscendo già i risultati degli avversari può avere una doppia valenza.”“Sicuramente giocheremo in una condizione particolare ma alla squadra ho detto che non mi piacerebbe, assolutamente, andare alla Final Eight ed essere sconfitto in casa. Dobbiamo  guardare il lungo periodo che, per noi, è il  campionato. Dobbiamo starequanto più possibile, lontani dalle zone basse della classifica visti i tanti risultatiinaspettati che dimostrano come tutte le squadre siano vive. Vorrei  ricordare chel’anno scorso, Montegranaro e Biella disputarono le Final Eight per poi salvarsiall’ultima giornata, per cui i nostri occhi devono essere puntati non a domani ma molto più lontano a cominciare dalle prossime due partite in casa