Fervono i preparativi al Teatro “Carlo Gesualdo”, nell’ultimo giorno di prove, per lo spettacolo “150 voci e parole per l’Italia”, una produzione del Comunale allestita per celebrare l’anniversario dell’Unità d’Italia.

L’atteso esordio è previsto per domani, con due rappresentazioni: la mattina (alle 10.00) appositamente dedicata alle scuole, e la sera (alle 21.00).  La regia della piece teatrale porta la firma dell’affermato e poliedrico artista irpino, Michele Vietri, che da anni vive a Bologna.

Lo spettacolo immergerà il pubblico, attraverso la contaminazione tra generi ed espressioni artistiche differenti, in un viaggio nella musica e nella storia del nostro Paese.

L’intero spettacolo – afferma il regista – è costruito con una logica scenica di PIENI E VUOTI. Da una parte il Coro delle Voci Bianche ed il Coro Giovanile del teatro Carlo Gesualdo diretti dal maestro Cinzia Camillo, dall’altra i due attori e cantanti Michele Vietri e Chiara Mazza, accompagnati dal violinista Ivan Barbone e dal fisarmonicista Carmine Ioanna. Il violino e la fisarmonica, due strumenti che indicano metaforicamente la dicotomia tra la spinta elitaria e quella popolare che da sempre caratterizzano il Belpaese, dal Risorgimento fino ai giorni nostri”.

La pienezza scenica e musicale del coro si alternerà a repentini cambi di luce e di scena sulla ribalta, con l’intento di creare momenti essenziali, più intimi, nei quali si esalta il rapporto diretto tra spettatore ed artista, per poi tornare nuovamente ad una coralità espressiva, in un continuo gioco di atmosfere.

Sul palcoscenico si esibirà anche il quartetto vocale “Harmonica”, composto da Paola Giannone, Sara Giannone, Rosa Di Genova e Luca De Stefano.

L’allestimento scenografico è di Maurizio Iannino