Società sempre attenta alle evoluzioni del campionato in attesa dell’ incontro Fipav-Lega per la riforma dei campionati. Intanto, con una doppia vittoria per 3-1 Isernia vince la finale play out condannando Reggio Emilia alla retrocessione in B1; dalla terza serie si segnala la promozione in A2 del Correggio (Re) ed è di questi giorni la notizia non confermata della possibile fusione in un unico sodalizio delle due formazioni emiliane; un ipotetico posto vacante ed una chance in più per un possibile ripescaggio in attesa di comprendere quali e quante squadre saranno pronte a rinnovare le iscrizioni. La società del presidente Antonio Guerrera continua a lavorare e a tenere alta l’attenzione. In settimana sono stati definiti gli accordi con gran parte dei giocatori della rosa della stagione appena conclusa, un passaggio burocratico di fondamentale importanza per farsi trovare pronti ed in regola con gli incartamenti nel caso ci fosse davvero la concreta possibilità di rigiocare nel torneo di seconda serie. Il quadro tra qualche giorno, dopo le finali play off per la promozione in serie A1, sarà ancora più chiaro, la Sidigas Atripalda resta vigile. Per il settore giovanile domenica scorsa è sfumato il sogno dei ragazzi dell’under 18 di agguantare le finali nazionali, nel big match contro Latina i laziali si sono imposti per 3-0. Dopo un combattutissimo primo set terminato 25-27 gli uomini di Modica hanno mollato mentalmente la presa (20-25 / 10-25). Un risultato che non toglie nulla alla grande stagione e soprattutto alla meravigliosa esperienza maturata dai migliori talenti del volley made in irpinia, incitati nello spareggio da un nutrito gruppo di genitori-supporters. «Che sia A2 o B1 – ha dichiarato a più riprese in questi giorni il presidente Antonio Guerrera – l’importante è la continuità del progetto al quale stiamo lavorando per dare soddisfazioni agli atripaldesi».