Dirigente di mille battaglie, il suo amore per la maglia granata è da sempre fuori di discussione avendola onorata prima da calciatore  e ora da dirigente. Presente nella gestione dei presidenti Nugnes, Ciriello e Zeoli al timone della società in questi anni, il dirigente Festini  riparte da questa nuova società col consueto carico di entusiasmo :”La mia presenza è dovuta solo al fatto di una conseguenza del ragionamento dei giorni passati. Non mi andava giù l’idea che il San Pio Mondragone  potesse sparire. E’venuto fuori un gruppo di amici non nuovi nel campo. Per chi non lo sapesse Lino Pagliuca ha fatto il presidente della squadra di Mondragone che giocava in eccellenza. Parlo del campionato ’95-’96 e della gloriosa Psv Mondragone. Non è un novello. Saprà come affrontare la situazione. Aspettiamo che si faccia una squadra all’altezza. Conoscendo l’uomo chiamato a guidare questo gruppo la squadra sarà sicuramente all’altezza. I ragazzi scenderanno in campo vendendo cara la pelle. Il nome di Vincenzo Onorato suscita a Mondragone grande entusiasmo senza sminuire il nome dei ragazzi che vestiranno la maglia. Onorato in noi suscita ricordi bellissimi. Parliamo di un uomo che saprà fare quello che gli tocca. La squadra partirà per un ritiro.Mi auguro che vada tutto per il meglio e che ci sia l’auspicata svolta. Tutte queste sirene ascoltate negli ultimi due mesi ora non cantano piu’ “

MARIO FANTACCIONE