SALERNO – Sono giorni, questi, di lunghi coltelli dentro le maggiori forze politiche del nostro Paese. Nell’aria che respiriamo si inserisce, con attenzione al “mestiere” della politica, “Il coyote liberò le stelle”, romanzo di Daniela Brancati, edito da Laurana.
La giovane protagonista della storia, infatti, figlia di comunisti lavoratori già impegnati nel partito, a sua volta lavora nella direzione della Sinistra Unita in attesa di trovare un’occasione e fare il salto di qualità, anche se la sua personalità piuttosto indecisa tra pigrizia e azione, tra idealismo e prassi la rende una persona caratterialmente difficile e professionalmente troppo poco aggressiva. Almeno fino ad ora. Impegnata da sempre nella gestione delle problematiche dell’integrazione degli extra-comunitari nella società italiana, questa volta deve uscire dal proprio guscio per affrontare la battaglia per la nomina a portavoce di Sinistra Unita. Luisa si butta a capofitto nella lotta per portare avanti la voce dei più giovani, degli emarginati ma anche degli onesti che credono nella politica come strumento per migliorare la società di cui essa è espressione. Arrivata alla vittoria, per un attimo non sa più se davvero vuole fare come il coyote della canzone di Dalla e medita il ritiro ad una vita pura, ma anche lontana dalla realtà.
Il coyote liberò le stelle” sarà presentato Venerdì 15 Novembre alle ore 19.30 presso lo Yachting Club di Salerno (piazza della Concordia). Con l’autrice parlerà del libro Alfonso Bottone direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it. Saluti iniziali dell’avvocato Diana De Bartolomeis vice presidente Yachting Club Salerno. Sottolineature musicali del sax di Simone Palumbo; pagine interpretate dall’attrice Vania De Angelis. Chiusura con una  degustazione di dolci senza glutine della pasticceria Cose da Mat di Avellino, elaborati dal maestro pasticciere Fulvio Russo.
Giornalista professionista e dirigente d’azienda nel settore della comunicazione, saggista e scrittrice, Daniela Brancati è stata la prima donna direttore di un telegiornale nazionale in Italia: nel 1994 ha diretto il Tg3, e ancora prima il tg di Videomusic. Ha scritto e pubblicato numerosi saggi, e come autrice del romanzo Tutta una vita, mille avventure e un solo amore, edito da Marsilio, ha vinto il Premio Frignano Opera Prima; per Donzelli editore, invece, il libro Occhi di maschio, donne e televisione una storia dal 1954 a oggi. Insignita ad Atrani del Premio alla sua carriera giornalistica, nell’ambito della 7a edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo.
L’iniziativa di Salerno è in partner-ship con il Circolo della Stampa e Stampa estera Costa d’Amalfi, l’Associazione Salerno Moda Arte e Cultura, l’Accademia di Pasticceria “A. Pirpan”, l’Associazione Salerno Makers.