AVELLINO – Si è conclusa ieri la prima edizione del Festival Nazionale di Cabaret – Città di Avellino “Premio Re di Bronzo”. Oltre 4mila persone (in base al numero di voti conteggiati) hanno preso parte alle tre serate dedicate al cabaret presentate da Umberto Valentino e Susanna Puopolo. La manifestazione,  legata al Circuito Bravo Grazie di Rai 2, si è svolta nel cortile all’aperto della scuola elementare Regina Margherita (Palazzotto), in Piazza Garibaldi ad Avellino.

La rassegna, patrocinata del Comune di Avellino, ha decretato ieri sera i suoi vincitori: Premio “Re di Bronzo” offerto da  “Vivere” (500euro) e assegnato dal pubblico a ROSARIO SANNINO; Premio “Migliori Testi” offerto da “Miele &Musica” (500 euro) e assegnato dalla Giuria di qualità a MINO ABBACUCCIO; Premio “Presenza scenica” offerto da Liberty Style (500euro) e assegnato dalla Giuria di qualità a LOREDANA SIMIOLI.

Inoltre, Simioli e Sannino sono stati omaggiati di un premio offerto da Acone Pelletteria, mentre Abbacuccio ha ricevuto in omaggio una penna offerta da Orzelleca. A premiare i vincitori il Sindaco Giuseppe Galasso e gli sponsor.

Nella serata di ieri il presidente della Giuria Claudio Calì, responsabile Promoval del circuito Bravo Grazie, ha scelto il finalista Loredana Simioli come concorrente che rappresenterà il Festival di Avellino nel Premio “Bravo Grazie” in onda su Rai 2 nel quale concorrono i vincitori dei più prestigiosi Festival di Cabaret nazionali.

A Loredana Simioli è andato anche un quadro raffigurante il simbolo del Festival, il “Re di Bronzo” realizzato da Luciano Trapanese.

Tutti i finalisti non vincitori (Angelo Salamina, Francesco Arca e Cacio e Peppe) sono stati omaggiati di una targa ricordo e da parte dell’organizzazione è stato assegnato un premio speciale ad Enrico Zambianchi (eliminato nella semifinale del 11 agosto) per l’originalità dei testi e del personaggio con il quale si è presentato al concorso.

La tre giorni del cabaret, ha visto arrivare sul palcoscenico avellinese anche 10 ospiti di fama nazionale: Simone Pastore e Mara Cefalo dell’Accademia di Canto di Rino Villani, Piero Pepe insignito del “Premio alla Carriera”, Ciro Giustiniani, il Maestro Espedito de Marino, Demo Mura premiato “Comico dell’anno”, Nando Varriale, il tenore Gaspare di Lauri, Alberto Caizza, Corrado Taranto insignito del “Premio alla Carriera”.

Inoltre il pubblico della seconda semifinale ha anche assistito a un gradito fuori programma, con l’esibizione a sorpresa di un “grande” amico della città di Avellino: Nello Iorio.

“Al termine di questa straordinaria esperienza mi sento in dovere di ringraziare il pubblico che ha scelto la nostra compagnia e si è appassionato alla gara tra i concorrenti; un doveroso grazie al Comune di Avellino sostenitore dell’iniziativa e a Gennaro Romei che per primo ha creduto a questo progetto.  Ringrazio ancora tutti gli sponsor, inseriti nella rivista dedicata al Premio, che hanno appoggiato e sostenuto la rassegna e a tutto lo staff e all’organizzazione che ha lavorato da mesi dietro le quinte di questa manifestazione. Avellino adesso sarà rappresentata dalla unica donna che ha partecipato al concorso, Loredana Simioli, al festival Bravo Grazie e la città sarà alla ribalta delle cronache nazionali per tutto il periodo del festival. Visto il successo di questa prima edizione do già l’invito al prossimo anno per la seconda edizione della rassegna del CabaRè” ha dichiarato il direttore artistico Umberto Valentino.

 

I NUMERI DEL FESTIVAL

4000 SPETTATORI

6 GIURATI

1 PRESIDENTE DI GIURIA

4 SEMIFINALISTI

3  FINALISTI

3 VINCITORI

30 SPONSOR

11 OSPITI

3 PREMI IN DENARO

2 PREMI ALLA CARRIERA

1 PREMIO COMICO DELL’ANNO

3 PREMI SPECIALI

13 TARGHE

1 RIVISTA A COLORI