SIDIGAS AVELLINO – ANGELICO BIELLA 74-82
(20-16; 35-41; 54-61)

Sidigas Avellino: Warren ne; Ronconi ne; Biligha 1; Salafia ne; Richardson 18; Spinelli 12;  Mavraides 2; Crow 1; Dragovic; Shakur 11; Johnson 12; Ebi 14.
Angelico Biella: Jurak 10; Raspino ne; Laganà ne; Jaramaz; Mavunga 14; Johnson 15; Uglietti ne; Chiacig; Chrysikopoulos 12; De Vico ne; Brackins 22; Robinson 9.

L’Angelico Biella sbanca il PalaDelMauro di Avellino e ottiene il primo successo esterno della stagione. Una vittoria preziosissima della squadra biellese: i rossoblu giocano un match tutto cuore e sostanza, comandando il punteggio a partire dal secondo quarto e resistendo nel finale ad ogni tentativo di rimonta dei padroni di casa. Il match termina così 74-82.

Coach Cancellieri manda in campo Robinson, Trey Johnson, Chrysikopoulos, Brackins e Mavunga. Il neo head coach degli irpini Gianluca Tucci risponde con l’ex di turno Spinelli, affiancato da Shakur, Richardson, Dragovic e Johnson. Partono subito forte i padroni di casa sfruttano l’intraprendenza offensiva di Spinelli e Shakur per portarsi sull’8-2. Biella entra quindi in partita sfruttando il gioco interno per piazzare prontamente il contro break e riportarsi in parità: 10-10 al 5’. Richardson piazza la prima bomba della partita, seguito dalla medesima distanza da un positivo Brackins. Entrambe le formazioni iniziano a ruotare i propri uomini in campo: per i rossoblu entrano Jaramaz e Chiacig, per Avellino Mavraides e Ebi. L’Angelico perde momentaneamente di precisione in attacco e commette alcune ingenuità in difesa, la Sidigas ne approfitta solo in parte fino al 20-16 di fine primo quarto.

La seconda frazione inizia con alcune palle perse su entrambi i lati del campo; Trey Johnson sblocca il punteggio con due liberi e propizia un 11-2 che porta per la prima volta i rossoblu in vantaggio: 22-27 al 14’. Avellino si affida alle giocate di Richardson in attacco e prova con la zona in difesa, ma l’inerzia della partita nel quarto è tutta degli ospiti, che spinti da Chrysikopoulos e Jurak arrivano al massimo vantaggio: 27-32 al 17’. Nel finale di frazione la Sidigas prova a rifarsi sotto con le penetrazioni di Shakur e la presenza a rimbalzo di Ebi, ma cinque punti consecutivi di Robinson e un canestro in penetrazione di Johnson permettono ai rossoblu di andare al riposo con sei lunghezze di vantaggio: 35-41.

Come successo nel primo tempo, i padroni di casa partono a mille anche nella ripresa: una schiacciata di Johnson e due jumper dalla media di Richardson scaldano il Pala del Mauro e riportano subito a contatto gli irpini. Jurak non ci sta, fa sentire la sua esperienza sotto i tabelloni e mette i primi sei punti per i suoi con tre preziosi canestri da sotto: 43-47 al 24’, tenendo così a distanza i tentativi di rimonta della Sidigas. I ritmi di gioco si alzano, Spinelli e Trey Johnson ingaggiano una bella sfida a suon di canestri, con le difese di entrambe le squadre un po’ troppo permissive. Dragovic si prende un fallo tecnico dopo un infrazione di passi commessa, e l’Angelico ne approfitta per arrivare al massimo vantaggio sul 48-55. Nel finale di frazione Avellino prova a rifarsi sotto, ma Biella resiste ed entra nell’ultimo quarto in vantaggio di sette punti: 54-61.

Brackins inaugura l’ultimo quarto con una bomba pesantissima che dà il massimo vantaggio ai lanieri, Richardson tiene a galla i suoi con due canestri dalla media, ma Mavunga replica con due preziosi sottomano che tengono in vantaggio di 10 punti i biellesi: 58-68 al 33’. Ebi sotto canestro continua ad essere un fattore per Avellino, ma l’Angelico è concreta in attacco: Mavunga e Brackins si fanno rispettare con canestri spettacolari e il vantaggio resta pressoché inalterato: 64-75 al 36’. Brackins continua a macinare canestri, Biella arriva al +13, ma capitan Spinelli suona la carica e prova l’ultimo tentativo di rimonta dei suoi. Johnson e Mavunga però non tremano e mettono i titoli di coda ad un successo davvero fondamentale per i ragazzi di coach Cancellieri. Al PalaDelMauro il match termina 74-82.

fonte: pallacanestrobiella.it