Ve lo ricordate Antonio Nocerino con la maglia dell’Avellino. Il piccolo centrocampista talento delle giovanili del Napoli che arrivò all’ombra del Partenio alle dipendenze di Zeman che gli ritaglio il ruolo del grintoso “Gattuso”? I tifosi dell’Avellino sicuramente ricorderanno la tenacia e la corsa di Nocerino che in quello sfortunato anno, 2010/2011 l’Avellino del presidente Casillo, retrocesse in serie C. Ha iniziato a giocare a calcio all’età di 5 anni in una piccola squadra del suo quartiere, allenata dal padre. Il calciatorenapoletano è poi cresciuto nelle giovanili della Juventus all’età di tredici anni. Esordisce tra i professionisti l’11 settembre 2003 con la maglia dell’Avellino in Serie B, nel pareggio a reti inviolate contro il Palermo. In tre stagioni e mezzo giocate nella serie cadetta, colleziona 111 presenze.