“Un altro tempo, presenza, silenzio e … poesia”. Nel caos assordante delle produzioni deliranti, il regista Enzo Marangelo chiude la stagione teatrale di Lustri Cultura in dies – eventi culturali a Solofra, organizzato dal Comune e dall’Accademia Teatro Città di Solofra con Hypokritès Teatro Studio e la direzione artistica dello stesso Marangelo – con Poetica, un’indagine sulla poesia in un percorso a ritroso dal Novecento al mondo antico, che dà voce e corpo a versi di poeti che vanno da Ritsos a Mimnermo, da Montale a Rimbaud, Leopardi, Foscolo, Petrarca, Orazio e tanti altri classici della poesia italiana e straniera.

Poetica è un’anteprima nazionale e si terrà all’Auditorium Centro Asi di Solofra, alle 21 di martedì 21 marzo, in occasione della Giornata mondiale della poesia e dell’inizio della primavera.

Idea e regia di Enzo Marangelo, interpretata da Piera De Piano; Assistente alla regia: Mario Paesano. Scultura sonora e consulenza scenica: Michele Paolillo. Disegno luci: Enzo Marangelo. Datore luci: Massimo Caiafa. Didascalie: Raffaella De Maio. Service tecnico: Spectra Service.

“Si tratta di un lavoro multilingue – spiega Marangelo – che racchiude le mie esperienze di regista e quelle da attrice di Piera De Piano. Non a caso sono presenti tutti i linguaggi: quello del corpo, quello sonoro, la parola. Niente scenografia. Ci saranno degli oggetti con cui la De Piano interagirà, mentre i suoi movimenti comporranno una scenografia dell’anima che si farà verso sulla scena”.

La prima poesia che verrà interpretata è “La baia di Karlòvasi” di Ghiannis Ritsos. L’ultima sarà “L’infinito” di Giacomo Leopardi, come emblema della poesia.