Come da copione, Hinterreggio-Interpiana finisce con largo scarto locale. La vittoria ha contorni nitidi, come testimonia il tennistico 6-0 rifilato dai biancazzurri ai cugini reggini biancoverdi. Inutile commentare la gara che è stata la fotocopia di quasi tutto il girone di ritorno dell’Interpiana: quasi deludenti tutti i calciatori, con in testa il portiere dell’Interpiana Mirko Contino che peggiora le reti subite da quando da fine febbraio 2012 gioca portiere titolare: infatti ad oggi le reti subite sono passate dalla media di 4 reti a 5. Deludenti poi come sempre i vari Maurizio Ciano, Pietro Iannazzo e il centrale Mathiot che portati sempre alla gloria dal direttore tecnico Campolo e dalla stampa locale, hanno offerto sempre prove non soddisfacenti. Maurizio Ciano infatti è l’autore ed il responsabile delle cinque reti subite su cinque (autogoal di Lonoce a parte). L’Hinterreggio ha dominato con le doppiette di Crucitti e Palumbo subentrato dalla panchina. Goal anche di Impallari. L’Hinterreggio con la vittoria di oggi è quasi in LegaPro mentre l’Interpiana è matematicamente retrocessa. Pasculli che non è riuscito a salvare l’Interpiana, anche se aveva avvisato “di non poter fare miracoli, visto che la squadra mancava di un portiere, una punta (ruolo dove ha giocato Iannazzo per l’intero girone di ritorno) e di un buon centrale da affiancare a Lonoce, ha giocato con dei baby calciatori (1992-1995) per la maggiore, di cui molti alla prima esperienza in Serie D”, non è riuscito dopo oltre 7 gare di poter riuscire a prendere almeno 1 punto, perdendo tutti i match.
Gennaro Calabro