Abbiamo un campionato vivo e intenso. Non c’e’ pausa. A scorrere i risultati si vede come il campionato sia combattuto e incerto“. A dichiararlo e’ Mario Macalli, presidente della Lega Pro che aggiunge: “In casa o fuori per molte squadre non fa differenza. Le partite si svolgono anche con una cornice di pubblico che dimostra l’interesse che suscitano. Oggi pero’ l’elemento da sottolineare sono le convocazioni di giovani calciatori nelle nazionali italiane. E’ la conferma che abbiamo ragione nell’insistere nel premiare le societa’ che fanno giocare giovani. Facendo giocare obbligatoriamente un numero di giovani per avere contributi federali si abbassano i costi di gestione dei club e contemporaneamente si dà una mano alla crescita di nuovi talenti. Chi non comprende cio’ e’ miope. Noi della Lega Pro vogliamo essere realmente il vivaio del calcio italiano“.