Le produzioni tipiche di qualità dell’olio extravergine d’oliva irpino in vetrina alla fiera nazionale “Sud con gusto”, che da domani venerdì 20 aprile fino a domenica resterà aperta ad Ariano Irpino. L’Associazione Produttori Olio di Oliva Acli Terra porterà – con l’allestimento di un proprio stand – all’attenzione dei consumatori, degli operatori del settore e delle istituzioni il progetto “Tatarann”, il cui obiettivo è la promozione e la valorizzazione delle produzioni di eccellenza locali. L’iniziativa ha sinora riunito oltre 200 piccoli coltivatori della provincia di Avellino che hanno aderito ad un rigoroso disciplinare di produzione e ad un preciso protocollo di rintracciabilità, che garantiscono la qualità e l’origine dell’olio. Con il marchio “Tatarann”, che richiama due parole del nostro dialetto “tata” (padre) e “r’ann” (gli anni), con le quali si intende dar valore alla tradizione di una comunità, vengono realizzati e commercializzati 6 diversi olii extravergine di oliva: i monovarietali Ravece, Ogliarola, Marinese, Carpellese, più una selezione di altri olii locali ed una produzione biologica. Il progetto “Tatarann” ha già destato, nel suo relativamente breve ed intenso percorso, l’interesse degli operatori nazionali del settore con la partecipazione a rassegne specializzate: “Olio Capitale”  di Trieste , “Sol – Salone internazionale dell’olio di oliva extravergine di qualità” di Verona e “Cibus – Salone dell’alimentazione” di Parma. Un primo importante risultato che coglie lo sforzo e le energie impegnate per creare uno strumento concreto di tutela e valorizzazione delle produzioni tipiche di qualità del nostro territorio, ma che allo stesso tempo vuole essere un modo per tramandare saperi, un’etica del lavoro ed il rispetto per l’ambiente. Un progetto ed un marchio collettivo che pongono all’avanguardia la silenziosa opera di piccole aziende a conduzione familiare che hanno scelto di conservare il carattere tradizionale delle colture ed hanno deciso di intraprendere un cammino comune. Una sfida lanciata grazie all’esperienza dell’Associazione produttori olio di oliva Acli Terra che da anni coordina più di 3000 produttori olivicoli in Irpinia. “Supportare i nostri soci – afferma Giuseppe Pacifico, presidente dell’A.P.O.O.A.T. – nella loro attività significa creare reali occasioni di crescita e sviluppo, scongiurare l’abbandono dell’agricoltura e del territorio, preservare l’ambiente ed il paesaggio, conservare le tradizioni e le tipicità del sistema rurale. Con “Tatarann” la nostra sfida può rispondere più efficacemente alle esigenze contemporanee poste da una cultura della produzione e del consumo consapevole e di qualità”.