L’Ortese passata la delusione per la retrocessione in Promozione cerca di ricompattarsi e ripartire. Un vulcanico presidente Aletta annuncia importanti novità che fanno ben sperare per il futuro del calcio atellano. Si parte dall’annuncio di una probabile cessione dolorosa visto il grande rapporto di amicizia con l’attaccante Antonio Insigne il gioiello della squadra. Impazza il mercato ed ecco che due società di serie D si sono tuffate su Antonio Insigne il capocannoniere della squadra e simbolo dell’Ortese. Un presidente che come al solito non le manda a dire:”Per me non è successo nulla. Presenteremo domanda di ripescaggio. Ci sono possibilità. Il nostro punteggio negli ultimi quattro anni è buono :stiamo sui 170 punti. Farò piazza pulita, presto per sbilanciarmi. Non tornerà in panchina il mister Alessandro Del Prete. Ai ragazzi della squadra non posso che dir grazie per l’impegno costante negli anni e per quanto hanno dato alla causa atellana ed a me. Oltre ai giovani resteranno tutti i calciatori il cui cartellino è di mia proprietà. Cederò Antonio Insigne ad una squadra di categoria superiore. Punto ad un ritorno alle origini, a fare delle scoperte ed andare avanti da solo. Sto decidendo per l’allenatore. Mi piace come attaccante Reppucci. Noi siamo retrocessi perché siamo stati dei polli. Ho sempre creduto nella salvezza..Fanno male i punti persi con la Viribus o  il pari interno contro l’Atletico Vesuvio”

MARIO FANTACCIONE