Acqua, freddo e vento! No, non siamo sulle Ardenne o alla Rubaix, si è pedalato sulla costiera sorrentina, quella che la tradizione vuole baciata dal sole sempre. Il Circolo Amatori della Bici di Atripalda ha deciso di inziare la stagione agonistica con una delle poche granfondo del centro-sud Italia: il Giro della Penisola Sorrentina e Amalfitana! Anche se il coriaceo Visconti aveva già preso parte alla Randonnè di marzo, quest’anno il Circolo del presidente Alvino, è fortemente in ritardo sulla tabella degli allenamenti e quindi delle gare. Per motivi di carattere personale e climatico la truppa giallo-blu ha iniziato a correre solo a Sorrento, domenica scorsa. La gara prevedeva partenza ed arrivo, dopo 110 km, a S. Agata dei due golfi, ameno paesino sulle alture della penisola sorrentina. Le prime gocce di pioggia cadono nei primi chilometri mentre il gruppo era in fase di studio. Il maltempo ha deciso di accanirsi sul plotone proprio nel tratto più critico del tracciato ossia la discesa da Agerola: 12 km a picco sul mare, di fronte all’isola del Gallo e allo scenario mozzafiato che i ciclisti, intenti a tirare con sagacia le leve dei freni, non hanno avuto modo di ammirare. La gara che prevedeva altre asperità quali Praiano, Picco S. Angelo e S. Agata, è stata alla fine dominata dal ciclista molisano Tommaso Elettrico che ha messo in fila rispettivamente Colletta e Borrelli. Tra gli atripaldesi, oltre a Visconti, hanno concluso la gara anche De Pascale e De Cicco. Oltre 200 i ritirati! Dopo questa eroica gara, in vista della Novecolli di maggio, un’altra trasferta aspetta la truppa irpina: si tratta della Granfondo della provincia BAT in terra di Puglia, in programma domenica prossima.