SAMPDORIA 3
SASSUOLO 4
Sampdoria (3-4-1-2): Da Costa; Mustafi, Gastaldello, Costa; De Silvestri, Krsticic (67′ Soriano), Obiang, Gentsoglou, Gavazzi (79′ Wszolek); Eder, Pozzi (75′ Petagna). A disp.: Fiorillo, Tozzo, Berardi, Fornasier, Poulsen, Castellini, Regini, Palombo, Renan, Rodriguez, Bjarnason. All.: Rossi
Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Antei, Bianco, Acerbi; Gazzola (86′ Farias), Marrone, Magnanelli, Longhi, Masucci (68′ Missiroli); Floro Flores (74′ Alexe), Berardi. A disp.: Pomini, Rosati, Pucino, Rossini, Laribi, Valeri, Schelotto, Marzorati, Chisbah, Ziegler, Kurtic. All.: Di Francesco
Arbitro: Tagliavento
Marcatori:19′ Pozzi, 65′ Éder, 81′ De Silvestri (S), 49′ Berardi, 52′ Berardi, 64′ Floro Flores, 89′ Berardi (Sa)
Ammoniti:Costa, Gastaldello (S)
Espulsi:Costa (S)
 
La Sampdoria cade a Marassi contro un Sassuolo cinico e spregiudicato che punisce gli uomini di Delio Rossi che restano in dieci per l’espulsione ad inizio ripresa di Costa. La tripletta di Berardi regala al Sassuola la prima vittoria, storica, in serie A in trasferta. Per la Sampdoria sono andati a segno: Pozzi, Eder e De Silversti. Ora per Delio Rossi sembra scontata la sostituzione, anche se ci potrebbe essere il “rinvio”alla prossima gara, dietro l’angolo l’accordo con l’ex tecnico proprio del Sassuolo ai tempi della serie B Pea. La domanda dei tifosi della Sampdoria è: serve sostituire un tecnico navigato ed affidabile come Delio Rossi per un esordiente come Pea? Il problema resta l’allestimento della squadra e non il tecnico….