Questo il commento integrale del Sen. Enzo De Luca sulla morte dei due operai ritrovati nel pozzo a Somma Vesuviano:
“Apprendiamo con sconcerto e dolore la notizia della morte degli operai
Antonio Annunziata e Antonio Peluso, ritrovati senza vita in un pozzo a Somma
Vesuviana, ed esprimiamo alle famiglie delle vittime le più sentite
condoglianze”. E’ quanto affermano i senatori del Partito Democratico Enzo De
Luca, capogruppo del Pd nella Commissione parlamentare d’inchiesta su infortuni
sul lavoro e morti bianche, e Teresa Armato, membro commissione Affari
produttivi di Palazzo Madama.
“Ma è doveroso andare oltre le parole di cordoglio – proseguono gli esponenti
Pd – e ricordare che le vittime sul lavoro sono ormai oltre 830. Secondo quanto
evidenziato dell’Osservatorio indipendente di Bologna, dall’inizio dell’anno ad
ottobre 2011 i decessi sono stati 514. Nell’ottobre del 2010 erano 453: si è
quindi registrato un aumento dell’11,9%. Oggi più che mai è assolutamente
necessario mettere in atto il decreto 81 relativo ai numerosi decreti delegati
che il governo tarda, colpevolmente, ad attuare. Ci preme ricordare –
concludono De Luca e Armato – le parole del presidente della Repubblica
Napolitano pronunciate in occasione della Giornata nazionale per le morti
bianche: gli infortuni sul lavoro costituiscono un fenomeno sempre
inaccettabile e non può abbassarsi la guardia riducendo gli investimenti nel
campo della prevenzione e della sicurezza”.
E proprio per monitorare la situazione relativa alla diffusione della cultura
della sicurezza sui luoghi di lavoro, compresi i controlli da attivare, il
senatore De Luca, insieme ad una delegazione della Commissione di inchiesta su
infortuni e morti bianche lunedì 7 e martedì 8 novembre sarà in missione a
Barletta e ad Avellino.