AVELLINO – Sabato 26 ottobre alle ore 17:00, presso il Godot Art Bistrot di Avellino in via Mazas 13/15,  si terrà il primo appuntamento della seconda rassegna “Il caffè filosofico del Signor Godot”, dedicato al tema “Il Dio dei filosofi”. L’evento ‒ patrocinato dal “Borgo dei Filosofi ‒ avrà come moderatore Vito Limone, allievo di Massimo Cacciari, studioso della tradizione neoplatonica cristiana e curatore di traduzioni di Origene e Schelling. Con lui si affronteranno questioni come: è possibile pensare senza, anche, pensare a Dio, che è prima del pensare stesso? E’ possibile far filosofia senza riflettere anche su Dio? Può la ragione prescindere dalla fede? «Troppo spesso e per troppo tempo» ‒ spiega Limone ‒ «si è creduto che la filosofia non potesse né dovesse occuparsi di ciò che è, invece, sola, esclusiva materia della teologia, o della religione. Ancora oggi si è dell’idea che il concetto di Dio debba restar estraneo al pensiero filosofico, alla scientifica ragione umana. Eppure non sempre è stato così. Il mio tentativo sarà di mostrare come l’idea di Dio non sia soltanto l’apice, il vertice ultimo del pensare, ma ciò cui teologia e filosofia convergono, e verificare di volta in volta i diversi tentativi, più o meno riusciti, che il pensare umano ha fatto, nella sua storia filosofica, per afferrare chi o che cosa Dio sia. Ed è una grande, vera gioia ed un onore particolare per me poter provare ad attraversare questi luminosi, titanici tentativi della storia del pensiero filosofico nella mia città ed assieme a cari amici, come Leonardo Festa, anima di un affascinante ciclo di incontri ‘filosofici’ al Godot che ho l’occasione di inaugurare». L’evento sarà seguito dalla nota emittente online Radio Cometarossa, che da tempo ormai segue gli incontri filosofici del Godot, postando poi su una pagina del loro sito i podcast degli appuntamenti.  I caffè filosofici riprenderanno poi  il 23 novembre con Mario Coppola, dottore di ricerca in filosofia presso l’Università di Salerno, che guiderà una discussione dedicata invece al tema del coraggio.