Il “Borgo dei Filosofi” fa tappa al Museo Mia di Avella, in una scenografia particolarmente suggestiva. Venerdì 26, alle 19, l’incontro culturale su “Dante, del linguaggio e della lingua”. Un tema interessante e molto innovativo nel pensiero contemporaneo, per evidenziare gli aspetti meno indagati del Sommo Poeta, con le sue attitudini al concetto filosofico, ma anche con il suo volgare che, nei secoli, si evolverà nella nostra lingua italiana. Alcuni Canti del capolavoro “La Divina Commedia” saranno interpretati con la lettura teatralizzata di Angela Caterina e di Luigi Frasca, attori e registi del “Teatro d’Europa” di Cesinali, ed artefici del progetto approvato dalla Provincia e dalla Fondazione Sistema Irpinia.Le relazioni sul tema prescelto sono di Andrea Mazzucco e Chiara De Caprio, moderati da Titina Di Franca. A rendere poetica  l’atmosfera dei gironi danteschi, l’arpa di Pina Rubino. Le coreografie sono della danzatrice Tamara Torres Molina, di Cubart Ballet di Cesinali. Ad incantare il pubblico con le loro movenze ed il coordinamento motorio, le danzatrici Andrea De Girolamo e Federica De Maio, di Cubart Ballet. L’introduzione alla giornata di approfondimento  sulla filosofia e filologia dantesca sarà di Angela Caterina, mentre il coordinamento tecnico di Luca Aquino.