SANT’EGIDIO  10
CUS AVELLINO  8
SANT’EGIDIO: Striano (p), Passannante (VK), Tortora C., Aconciagioco, Severini, Marrazzo (K), Mazo, Nasta (p), Esposito, Bovino, Novelli, Tortora F. All. Bruno
CUS AVELLINO C5: Lepore (p), Milito, Di Marzo (VK), Venezia (K), Galeotafiore, Parente, Esposito All. Lamparelli
ARBITRI: Raffaele Buonocore e Antonio Morvillo, entrambi di Castellammare Di Stabia
MARCATORI: 3’ pt 25’ pt Severini (SAN), 10’ pt16’ pt Parente (CUS), 11’ pt21’ pt Milito (CUS), 1’ st Novelli (SAN), 1’ st Esposito (a) (CUS), 2’ st 11’ st 14’ st Bovino (SAN), 9’ st Esposito (CUS), 16’ st Tortora C., 20 st 29’ st Di Marzo (CUS), 21’ st Tortora F. (SAN)
AMMONITI: Nasta (SAN)
Fine dei giochi: il campionato incorona il Marianella 3 Soccer campione, i lupi chiudono al settimo posto. Con una prestazione decisamente blanda, il Cus Avellino C5 chiude la stagione battuto dal Sant’Egidio con il risultato di 10-8. Senza gran parte dell’organico, con soli sette uomini in distinta, la compagine irpina saluta, dunque, questo campionato regionale di C1 con una sconfitta, che lascia Venezia e soci a quota 54, occupante la settima posizione in classifica. Regina del campionato, il Marianella 3 Soccer, a cui vanno le più vivide congratulazioni da parte dell’intero staff societario, tecnico e squadra bianocoverde, mentre retrocedono in C2 Sporting Cavese, nonostante il capitano metelliano Luca Della Brenda si sia laureato top scorer del torneo, e il Città delle Acque del vulcanico presidente De Iulio. Griglia play out definita con gli scontri tra Mugnano ed Eboli, con la prima gara che si terrà in terra salernitana, mentre l’altra semifinale si avrà tra Gladiator e Benevento, primo step nel Sannio. Nelle zone alte della graduatoria, vista la differenza punti superiore a 8 punti (quota massima secondo il regolamento) tra la Traiconet Monte di Procida e Afragola, rispettivamente seconda e quinta, salta il primo turno play off. Come conseguenza, sarà disputata direttamente la finale regionale tra i montesi di mister Gatti e lo Sporting Sala Consilina, terza classificata. Sfida decisamente affascinante che decreterà chi avrà la possibilità di seguire il Marianella in serie B. Tornando al match dello ‘Spirito’ di Sant’Egidio Montelabino, i bianco verdi, nonostante lo svantaggio maturato dopo appena tre minuti grazie ad un gol messo a segno da Severini, maturano un vantaggio considerevole, gestendo tutta la prima frazione, in cui sfoderano una buona prova, andando sul 4-1 grazie alle marcature firmate Parente e Milito, doppietta per entrambi. Sul finire di prima frazione, è ancora Severini per i padroni di casa ad accorciare le distanze. Il Sant’Egidio cambia decisamente atteggiamento nella ripresa, quando in poco più di 2 minuti gli uomini di mister Bruno ribaltano il risultato portandosi sul 5-4, con le reti di Novelli, Bovino e un autogol di Esposito, ma il giovane centrale biancoverde si riscatta griffando la rete del 5 pari. I locali salgono in cattedra e con Novelli (doppietta), Marrazzo e Carmine Tortora pervengono al 9-5. Avellino cerca di mettere fuori la testa e con Di Marzo si porta sul 9-6. Il ko definitivo lo segna Francesco Tortora, ma Venezia e ancora Di Marzo riducono il gap. L’incontro si chiude con il rocambolesco risultato di 10-8.