DI Gianvito Corbo-La Sidigas Avellino perde,davanti al proprio pubblico,l’ennesimo e importantissimo incontro con i Pesaresi di coach Markowsky col punteggio di 71-78. A parte le note positive di Taquan Dean,che mette a referto ben 19 punti,di Linton johnson che ne fa 15 e di Dwight Hardy che con i suoi 10 punti cerca di dare la carica ai lupi, la Scandone delude ancora mostrando pochissime azioni giocate e tanta confusione. Il primo quarto è abbastanza equilibrato, infatti termina in parità col punteggio di 21-21. Inizia il secondo periodo e i bianco-verdi grazie alle prestazioni di johnson e Dean lo chiudono in maniera positiva portandosi a 5 punti di distanza dall’avversario col risultato di 43-48.Il terzo quarto finisce sempre a favore dei lupi col punteggio di 61-57.Inizia l’ultimo periodo e gli uomini di Tucci appaiono leggermenti confusi e non mostrano al pubblico di casa la determinazione giusta per portare a casa i 2 punti; infatti vengono raggiunti e superati dai Pesaresi fino al resto della gara.Da evidenziare la buonissima prova di  Barbour Antwain per Pesaro,autore di 22 punti e soprattutto leader della squadra nei momenti decisivi;lo stesso merito va fatto a Stipcevic Rok, mettendo a referto anche lui 22 punti e infine ad Andrea Crosariol,ex di turno, che ne fa 15 e che decide il match nei momenti finali con 2 schiacciate che tagliano le gambe alla Sidigas. Ancora una volta è mancata la determinazione e la grinta nei momenti decisivi della gara. Inoltre è mancato il gioco,infatti tantissime volte i giocatori hanno tentato di prendere in mano la gara singolarmente senza riuscirci. Infatti si sa,se una squadra gioca male e soprattutto non esprime un buon gioco,difficilmente riesce a portare a casa i 2 punti. Ancora una volta la Scandone delude davanti al proprio pubblico e soprattutto fa infuriare i propri tifosi,stanchi ormai di vedere gente che in campo non mette la massima concentrazione e determinazione e che non esprime per niente un buon basket.