L’associazione studentesca, ESN Maleventum, iscritta all’albo delle associazioni dell’Università degli Studi del Sannio, in occasione del suo 10° anniversario organizza Giovedi 16 Febbraio presso la discoteca Sayonara, un evento intitolato “ERASMUS – UNA TRIBU’ CHE BALLA”, patrocinato dal Comitato Provinciale UNICEF di Benevento.
L’evento avrà entrata gratuita per tutti e durante la serata ci sarà una raccolta di donazioni a favore del progetto dell’UNICEF “Lotta alla malnutrizione nei paesi africani”. Verrà inoltre somministrato agli studenti universitari un documento informativo inerente al XVI Corso Universitario Multidisciplinare di Educazione ai Diritti a cura del Comitato Provinciale UNICEF di Benevento che si svolgerà prossimamente presso la Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali.
Per l’occasione sono stati inoltre invitati i ragazzi provenienti dall’Africa, scappati da zone di guerra civile e in attesa del riconoscimento della protezione internazionale di esiliati politici, attualmente residenti presso delle strutture site in San Giorgio del Sannio. Essendo l’associazione da tempo in contatto con alcuni dei ragazzi ed avendo gli stessi manifestato entusiasmo per la eventualità di poter partecipare a questo evento, è stato deciso di organizzare una navetta gratuita a loro dedicata per il trasporto al Sayonara e ritorno, ottenendo peraltro i ringraziamenti da parte del Comune di San Giorgio del Sannio. All’entrata del locale sarà inoltre organizzato un banchetto dedicato alla raccolta firme per la richiesta di asilo politico in favore degli stessi mingranti libici.
Il tema della festa sarà “L’Unione dei Popoli” e durante la serata verranno proposte una scenografia e varie sorpese a tema.
Sarà inoltre questa l’occasione di presentare il logo celebrativo dell’anniversario dell’associazione e di fare un escursus dei 10 anni di vita della stessa.
ESN Maleventum nei suoi 10 anni di vita ha sempre dato un contributo attivo a favore dell’integrazione tra popoli, grazie al sostegno costante che in questi anni è riuscita a garantire agli studenti internazionali che sono stati accolti dall’Università degli Studi del Sannio, ma anche grazie all’aiuto dato a tutti gli studenti che dalla stessa Università sono partiti per mezzo di progetti Erasmus o di tesi e stage all’estero.