AVELLINO – E’ conto alla rovescia per l’attesissima Terza Edizione di “CabaRe’” Festival Nazionale di Cabaret – Città di Avellino “Premio Re di Bronzo” in programma al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino sabato 4 gennaio 2014, alle ore 20.30.
I biglietti (12euro in platea e 10euro in galleria) possono essere acquistati presso il botteghino del Teatro Gesualdo in Piazza Castello (dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 e la domenica in occasione degli spettacoli). Oppure possono essere richiesti al 3484563985
La rassegna, che permetterà al pubblico presente in sala di scegliere il vincitore del “Premio Re di Bronzo”, prevede la partecipazione straordinaria di tre ospiti d’eccezione: Salvatore Gisonna (Made in Sud), The Mentalist (Italia’s Got Talent) e, direttamente da Colorado, Carmine Faraco, l’uomo dei perché.
I 10 cabarettisti emergenti provenienti da tutto il territorio nazionale che saranno votati dal pubblico in sala e da una giuria di qualità composta da rappresentanti di diverse categorie professionali e presieduta da Claudio Calì, presidente del circuito Bravo Grazie, si daranno battaglia, a suon di battute, per accedere alla fase finale e aggiudicarsi il Premio del Pubblico e il Premio della Giuria.
La manifestazione di quest’anno si lega anche alle Associazioni Volontarie che operano sul territorio provinciale: ADVPS (Associazione Donatori Volontari Polizia di Stato). ACTIONAID. IL RIFUGIO DI CAMILLA e l’AIPA.
I concorrenti della terza edizione sono: Vincenzo Comunale, Gli Scemifreddi, Michela Fontana, I 4 GUSTI, Massimiliano Falconi, Stefania Pellegrino, Carmine Del Grosso, Ferdinando Puglia, Fortunato Mugnano, Peppe Migliaccio.
“Un ventennale successo tributato di pubblico per il Gran Galà “Sotto un cielo di stelle ridenti”, definito dalla stampa “il primo format spettacolare dedicato al cabaret nella nostra provincia”, e i riconoscimenti di prestigiosi addetti ai lavori, accreditano il Premio Re di Bronzo – Festival Nazionale di Cabaret e la Città di Avellino, come punto di riferimento del Cabaret Nazionale – afferma il direttore artistico Umberto Valentino-. Nato dalla comune esigenza di un’offerta culturale di qualità, il Festival ha avuto un forte potere attrattivo per un pubblico non più esclusivamente cittadino. La presenza di artisti, sia noti che emergenti, provenienti da tutta Italia, la possibilità concessa al pubblico di decretare un “proprio” vincitore, il gemellaggio con altri accreditati festival nazionali, hanno costituito una ampia garanzia attrattiva e comunicativa, sostenuta dalla creazione e diffusione di una rivista simbiotica tra cultura, enti
 
e pubblicità (sponsor). Non trascurando l’ indiscutibile e non trascurabile indotto economico creato per la città di Avellino grazie alla presenza degli artisti e del pubblico cittadino e proveniente da tutta la regione. Ciò premesso, il festival, tenutosi nei giorni 10, 11 e 12 agosto 2011, presso il Teatro all’aperto Regina Margherita, si è imposto come l’evento di maggior prestigio e successo dell’Estate Avellinese, supportato dalle circa 5000 presenze, nelle tre serate; inoltre, e a conferma della sua valenza artistica, ha avuto come partner “Bravo Grazie”, circuito nazionale che, in collaborazione con Rai, Sky e reti Mediaset, ogni anno, offre ai comici, selezionati nella migliori rassegne di settore, un autorevole palcoscenico su cui confrontarsi.  Ebbene, nella prestigiosa rosa dei cinque concorsi più rappresentativi, è stato inserito il nostro festival alla prima edizione.  Particolarità che si è ripetuta anche in occasione della II edizione parimenti gratificata dal pubblico (oltre 5.000 presenze nelle tre serate) e dal successo dai media. Infatti, anche nel 2012 il PREMIO RE DI BRONZO è stato inserito tra i cinque migliori Festival italiani, portando alla ribalta  nazionale, ancora una volta, due suoi concorrenti, premiati al Teatro Massimo di Roma, in un evento televisivo trasmesso in diretta e in differita su Comedy Central,  canale della comicità di Sky. Tutto ciò rende ancora più eccitante e importante la terza edizione del 4 gennaio 2014, nella nuova cornice del Teatro Gesualdo di Avellino.  Un’edizione che ripeta il successo acquisito e, se possibile, lo confermi, ribadendo, come dichiarato dagli addetti ai lavori ed esperti del settore, che Avellino, con il suo giovane Festival, è  “a pieno titolo un punto di riferimento e di eccellenza nel panorama del Cabaret Nazionale, da cui non si può prescindere”. E, vorrei sottolineare con un pizzico di orgoglio, come la vincitrice del Premio della Giuria al nostro Festival, Loredana Simioli, abbia ottenuto il prestigioso riconoscimento del Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes. Ringraziando il Dott. Luca Cipriano, Presidente del Teatro Gesualdo e il Consiglio, sono particolarmente grato e riconoscente agli sponsor che hanno reso possibile questa Edizione, totalmente autoprodotta e soprattutto al PUBBLICO, vera rappresentanza della Città di Avellino e del suo Festival”.
Di seguito una scheda di presentazione degli artisti e dei concorrenti in gara:
Carmine Faraco potrebbe sembrare un cinico ma non è così. Dietro la sua faccia così espressiva, da attore vero, c’è tutta la passione per il lavoro che da una vita porta avanti con successo. Napoletano di origine, ma romano di adozione, sul palco tradisce l’altro suo grande amore: quello per la musica. Non esiste infatti un altro cabarettista così bravo nel suonare tutti i tipi di strumenti. Sentirlo snocciolare brani dagli anni 50 ad oggi è un vero piacere per le orecchie, ascoltare il modo intelligente in cui mette a nudo la fragilità dei testi e i paradossi contenuti nei brani è davvero divertente. Ricca anche l’esperienza radiofonica, tappa fondamentale per ogni artista: Via Asiago tenda F. ed Effetti collaterali su Radiouno e Strada facendo su Radiodue. La televisione, l’ha visto  protagonista in programmi storici come il Sevene Show e La sai l’ultima, Barbecue (regia P. Pingitore). Nel 2007 entra nel cast fisso dei comici del programma Tv Colorado, ed è spesso ospite del Maurizio Costanzo Show. Ed infine il cinema, altra grande passione: I Fichissimi (1981); Mi manda Picone e Il tassinaro (1983); Animali Metropolitani e Se lo scopre Gargiulo (1987), Gratta e vinci (1996), fino al 1999 quando recita in Un uomo per bene. Ma il fiore all’occhiello della sua carriera cinematografica è l’aver recitato a fianco di mostri sacri come Massimo Troisi e Alberto Sordi.
Direttamente dal palcoscenico e dagli schermi di “Made in Sud” arriva Salvatore Gisonna. Nato a Napoli il 13/01/1974, comincia giovanissimo, dal 1989 al 1996 lavora come animatore nei villaggi, dove si distingue subito per le sua capacità di coinvolgimento, di intrattenimento, il suo umorismo e le sue doti canore. Nel mondo dello spettacolo, l’esordio è da attribuirsi al 1990, quando come imitatore partecipa a RAIDUE al programma “Stasera mi butto”. Autore e protagonista dei suoi spettacoli, dal 1997 alla fine del  2004 insieme a Fabio Isaia forma il duo di cabaret “I Cuginetti a sfera” riscuotendo un grande successo televisivo, nazionale e regionale, e di pubblico e critica, vincendo prestigiosi premi di cabaret e calcando le scene dei locali e teatri italiani più prestigiosi. In qualità di monologhista, da Gennaio 2005, si esibisce nel nuovo spettacolo “Come stai?” del quale è anche autore e successivamente scrive anche “Siamo tutti stressati” con il quale sta attualmente girando l’Italia. Salvatore parla della sua vita da bancario napoletano, dove analizza il suo rapporto con i clienti con i suoi aspetti frenetici e le sue vicissitudini, senza tralasciare però il pettegolezzo spicciolo, il gossip, la politica e la notizia da prima pagina…Nello spettacolo sicuramente si apprezza il ritmo a volte incalzante a volte attoriale e gli straordinari  tempi comici dell’artista. Sul finire entra in scena l’ormai noto Dj Galeazzo, personaggio nato dalla fantasia di Salvatore Gisonna e soprattutto dalla sua grande cultura musicale.
Ha stupito il pubblico di tutta l’Italia con le sue “previsioni” paranormali nella trasmissione Italia’s Got Talent. Salvatore Leone, numerologo e artista, si è fatto conoscere al pubblico già nel 2005 con le sue partecipazioni alla trasmissione “Forum” come esperto del gioco del Lotto. Ma la sua dote più straordinaria è quella di riuscire a conteggiare numeri e lettere in pochissimi secondi. Record che gli è valso la partecipazione al “Maurizio Costanzo Show” e alla recente edizione di “Italia’s Got Talent” dove ha stupito e impressionato i giudici Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti, portando a casa tre si. Un talento coltivato dall’età di cinque anni, ai tempi della scuola. Talento e tantissimo esercizio grazie ai quali Leone sta riscuotendo un enorme successo in tutta Italia. Oltre all’abilità di contare numeri e lettere il Mentalista ha tantissime altre capacità straordinarie che svelerà al pubblico durante il suo intervento.
 
Vincenzo Comunale, nato a Napoli il 23/01/1996 ha iniziato a recitare da bambino per passione. A 12 anni la sua prima esibizione come monologhista in un Villaggio.  A 13 anni frequenta l’Università della Musica e dello Spettacolo e ha l’opportunità di partecipare a uno spot nazionale sul Digitale Terrestre in Campania. Nel 2011 al Teatro Cilea di Napoli recita e cura la regia de “La Signora delle Camelie, Parodia”. Nel 2012 entra a far parte del Laboratorio di cabaret “Officina dei Comici – comici in costruzione” di Migliaccio e Carrino. Nel 2013 è il concorrente più giovane del festival di cabaret “Drago d’Oro IV”  aggiudicandosi il premio della giuria tecnica ed è vincitore del Premio Massimo Troisi. Attualmente frequenta il laboratorio “Komikamente” presso il Teatro Diana di Napoli.
Gli Scemifreddi, al secolo Anthony Fracasso, Cristiano Nobile e Tonio Rollo, sono un trio che nasce artisticamente nel 2006. I tre artisti di San Cesario di Lecce propongono una comicità originale e fresca che conquista il pubblico di ogni età. Il loro è un mondo surreale, dove parole, concetti e storie demenziali, si intrecciano con giocosa e pirotecnica fantasia, fornendo un alibi agli spettatori che amano ubriacarsi di quella sana stupidità che arriva come uno schiaffo a sorpresa… che non fa male! Alle intuizioni dei testi (firmati da Anthony Fracasso) si aggiunge la felice chimica tra i tre, per un cabaret che stupisce per immediatezza e tempo comico.
Michela Fontana, attrice e Cabarettista ha al suo attivo numerose partecipazioni teatrali e televisive. Sui palcoscenici di tutta Italia ha recitato in  “Buonasera Buonasera” Regia di C. Insegno con Pino Insegno e i ragazzi dell’Accademia “Corrado Pani”, e in “Ed è subito poesia” di autori vari, regia di Oreste Valente. Col cabaret ha iniziato nel 2004 con lo spettacolo da lei diretto “Stasera si ride” partecipando anche a “Zelig on the road – Laboratorio Bari”. Tra i riconoscimenti ricordiamo il Premio Sorriso in Rosa al X Festival CabarEboli, il Premio della Critica al I Festival Nazionale Cabaret di Apricena e il Premio Aldo Amoroso –Rassegna Giovani Autori Genova.
I 4 GUSTI, gruppo di cabaret composto da Danilo Lo Cicero, Giuseppe Stancampiano, Domenico Fazio e Totò Ferraro, dà il via alla propria attività nel 2011, superando con successo il provino di ammissione allo ‘ZELIG LAB ON THE ROAD’ di Verona. Nel Novembre del 2011 il gruppo debutta al teatro Crystal di Palermo con lo spettacolo ‘I 4 Gusti Show’ e partecipa al Festival ‘LoComix’ arrivando secondo.  Nel 2013 vince il Festival LoComix 2013, aggiudicandosi tutti e tre i premi in palio: premio Ridens, premio del pubblico e premio della critica e il Festival Nazionale Facce di Bronzo vincendo il primo premio ed il premio originalità.
Massimiliano Falconi Nato a Porto Sant’Elpidio fin dagli anni 80 ha preso parte a molti lavori teatrali sia in lingua che in vernacolo, citandone alcuni: l’uomo dal fiore in bocca, cece’, la giara, di Pirandello, l’abatacciu, quassu’ a due passi dal cielo. In tv  ha partecipato alla trasmissione Faccia Tosta  con Teo Teocoli  e alle recenti selezioni di Italia’s got talent con il personaggio Nonnu Fili. Con questo personaggio si è esibito nelle piazze e nei teatri di tutta Italia riscuotendo premi e  successi inaspettati. Nell’agosto del 2013, ha partecipato al XXIX festival nazionale dell’umorismo ” CABARET AMORE MIO 2013″, di Grottammare,  vincendo il premio della stampa.
Stefania Pellegrino, nata a Caserta e laureata in Sociologia indirizzo Comunicazione e Mass- Media, vanta il Diploma d’arte presso l’Accademia “Corrado Pani” diretta da Claudio e Pino Insegno. Vincitrice del Premio comicità di Bellizzi, partecipa al laboratorio di  Cabaret “Comic Ring Show” a Roma e allo “Zelig Napoli”. Finalista Nazionale al  “Premio Charlot” 2011 Paestum, ha partecipato alla finale Nazionale Cabaret “Festival delle Belle Arti di Bologna” e ha vinto il  premio “miglior interpretazione” al Premio Totò e il premio “Sorriso in Rosa” al Festival  “Cabareboli” Eboli. Nel 2012 ha partecipato al videoclip del gruppo “Sabba e gli Incensurabili” regia di E. Palamara e a “Celebrity” Talent show  in onda su Sky vivo.
Carmine Del Grosso nato a Circello (BN) si forma nel Campus di Cinecittà, frequenta vari corsi di scrittura comica e vari laboratori tra cui ZeligLab. Finalista Locomix 2013 e  “Alberto Sordi” 2013, vince il premio della critica, premio Radio 2 Ottovolante e si aggiudica il secondo posto assoluto al Festival Cabaret emergente di Modena.  La sua prima vera esperienza artistica è stata la partecipazione allo show televisivo “Di che talento sei?” in onda su Raiuno. Per anni si è formato in radio dove è nata la sua passione per la scrittura comica. Nel suo intervento parlerà di satira sociale, tecnologia, di come ci si ingegna con la crisi senza trascurare l’attualità televisiva.
Ferdinando Puglia, laureato  in DAMS (Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo), presso l’Università degli studi Roma Tre, si avvicina al mondo dello spettacolo come animatore nei villaggi turistici. Attore, aiuto regia e direttore di scena preso il teatro Delle Muse di Roma per tutta la stagione 2010-11, per 10 anni è attore e direttore di scena della “Compagnia Teatrale Umoristica Quartaparete”  presso il Teatro Prati di Roma. Nel 2013 inizia la sua avventura nel mondo del cabaret partecipando a diversi concorsi nazionali, arrivando sempre tra i finalisti. Sempre nel 2013 entra a far parte del cast di  Zelig on the road.
Fortunato Mugnano, napoletano, vanta un lungo curriculum di partecipazioni televisive, radiofoniche e teatrali. Ha partecipato ai laboratori  di teatro del Teatro Totò di Napoli e di cabaret con “Le Pecore Nere”. Animatore per villaggi turistici, ha preso parte a molti spettacoli come “Si racconta…” – diretto da Mario Ercole, e al Teatro itinerante durante il Maggio dei monumenti napoletano. In Radio è stato presenza fissa di “Facciamo Cabaradio”-programma comico con Diego Sanchez e Marco Critelli, in onda su Radio Punto Zero, di “Sotto Sopra” di “Targato Italia” e di “Grand Hotel 91”. In televisione citiamo: “MAGICANDO”, in onda su Smile Tv, “CURRICULUM- Quando la disoccupazione fa ridere”, in onda su Julie Italia, Metropolis Tv, Caserta Live, TeleLibera, TeleTorre, Orion Tv.
Peppe Migliaccio si forma artisticamente cimentandosi con il teatro, la televisione, la radio e il cabaret. Napoletano dentro, fuori, sopra, sotto e di lato (insomma un napoletano al cubo), è ideatore e autore di vari format televisivi e radiofonici del circuito regionale campano, come “Teletifosi e Coyotes”. Ospite in programmi nazionali come “Festa Italiana” (Rai1) e “Matinèe” (Rai2), attore in “La Squadra”( Rai3), membro del laboratorio Zelig (2004 – 2008) e nuovamente attore nel film “Sodoma, l’altra faccia di Gomorra”(2013) del trio Ardone Peluso Massa. Per i suoi testi comici si ispira a tutto quello che lo circonda, cercando di non essere mai scontato né stereotipato.