“Di fronte alle conseguenze degli sconvolgimenti climatici in atto non c’è più tempo da perdere, servono azioni concrete su scala locale e contemporaneamente su scala globale. Per questo apprendiamo con soddisfazione della nomina del diplomatico Alessandro Modiano a Inviato Speciale per il Cambiamento climatico. Un passo significativo nato su impulso del nostro ministro Luigi Di Maio che ha avviato l’iter per questa nomina congiunta voluta oggi da MITE e Farnesina. La lotta alla crisi climatica e gli impegni di riduzione di emissioni di ogni Paese, ribadito alla recente conferenza di Glasgow, sono al centro di un complesso negoziato internazionale: è giusto e necessario, dunque, che l’Italia metta in campo ogni strumento per rafforzare il suo ruolo da protagonista e contribuire a raggiungere risultati non più prorogabili. La nomina di oggi va sicuramente nella giusta direzione”. Lo dichiara in una nota  il deputato del MoVimento 5 Stelle Generoso Maraia, capogruppo in commissione Ambiente Camera. “Siamo soddisfatti di questa scelta – aggiunge – perché si dota l’Italia, al pari dei principali partner internazionali, di una figura internazionale che potrà svolgere un importante concreto di contrasto al cambiamento climatico andando a incontrare gli omologhi degli altri Paesi ma anche Ministri e membri di governo, con l’obiettivo di mantenere la transizione energetica al centro delle agende politiche di ogni Stato. La sua azione consentirà inoltre una più efficace partecipazione italiana agli eventi e ai negoziati internazionali sui temi ambientali. Auguri di buon lavoro ad Alessandro Modiano per questo nuova importante nomina”, conclude.