ATRIPALDA  – E’ l’uomo in più del Città di Atripalda impegnato nel rush finale della lotta per non retrocedere. Gianluca Saviano è tornato, dimostrando di essersi messo alle spalle la sfortuna che lo ha accompagnato per diversi mesi. Il suo guizzo sul filo di lana nella trasferta di Sarno ha restituito speranza e morale ad una squadra sulla quale un’eventuale ko avrebbe avuto pesanti ripercussioni. Doppia gioia, dunque, per il fantasista sannita, che si candida a tornare protagonista nella fase decisiva della stagione: Il gol è stato importante innanzitutto per la squadra. Ci ha consentito di conseguire un risultato positivo nonostante la partita si fosse messa male anche in virtù dell’inferiorità numerica. A livello personale tornare a segnare è stata una vera e propria liberazione dopo aver trascorso un periodo difficile lontano dal campo. Sono tornato per dare il mio contributo alla salvezza. Dedico questa gioia alla mia famiglia, che mi ha sostenuto durante il calvario affrontato negli ultimi mesi”.  Sul risultato maturato al “Felice Squitieri” nessun dubbio per Saviano: “Sicuramente un punto prezioso che di dà slancio in vista del finale di stagione. La prestazione non è stata all’altezza di quella di Castellammare di Stabia, ma sinceramente preferisco fare punti non brillando anzichè tornare a casa a mani vuote giocando bene“. Il tour de force impone di pensare già al futuro. Nell’immediato c’è la sfida contro il Città di Angri, sfida da non fallire per inseguire la salvezza. L’uomo del momento in casa biancoverde, reduce dalla miracolosa salvezza conquistata lo scorso anno con la Giorgio Ferrini, sa come si affronta un finale di stagione con l’acqua alla gola: “D’ora in poi dovremo rimanere concentrati per raggiungere l’obiettivo. Mister Amato sta svolgendo un ottimo lavoro e pian piano i progressi si stanno vedendo. Abbiamo tutti i mezzi per tirarci fuori da questa situazione”.