Si è svolta sabato scorso la seconda edizione del Memorial Daniele Nardoni anche quest’anno valido per il Bracciale del Cronoman. Una manifestazione molto ambita vista la quantità e la qualità di giovani ciclisti che hanno preso parte: 107 ragazzi, tra allievi e juniores, molti di questi  provenienti non solo dal Lazio ma anche da fuori regione (Campania,  Abruzzo e Marche) con lo scopo di mettere in mostra il proprio talento nell’impegnativo esercizio contro il tempo. Per l’occasione, gli osservati speciali sono stati soprattutto i corridori laziali e campani per l’assegnazione dei titoli regionali di specialità sotto l’egida federale dei rispettivi comitati regionali. Teatro di gara il circuito completamente pianeggiante disegnato tra Frasso di Sonnino e Terracina (Latina) per un evento organizzato dalla Messere Porte-Astolfi Bike con la collaborazione dell’A.S. Vigili del Fuoco e il patrocinio dell’amministrazione comunale di Terracina del sindaco Nicola Procaccini. Nella gara allievi, sulla distanza di 10,6 chilometri, ad imporsi a sorpresa con una prova di grande forza è stato Michele Abenante (Team Imperiale) riuscendo a precedere tantissimi atleti, molto quotati, con il tempo assoluto di 14’14”. Il suo successo ha un duplice, grande sapore considerando che ha potuto vestire la maglia di campione regionale della Campania: “È la prima cronometro vera che faccio e da 3 settimane mi sono allenato come volevo io”. Classe 1996 da Scafati (Salerno), alla prima vittoria in carriera tra gli allievi e una tra gli esordienti, Michele Abenante ha iniziato a correre in bici tra i G6 dopo un trascorso calcistico da difensore centrale nella Ling Mondo Nazione di Scafati. Vincitore assoluto dell’edizione 2011, il secondo classificato Vincenzo Onofri (Pianura Visconti) ha conquistato tutto sommato un risultato degno di nota conferma della sua enorme bravura contro il tempo e in modo particolare sulle strade amiche lo scorso anno e il lunedì di Pasqua con il primo posto al Memorial Davide Giuliani a Frasso: “Mi sono presentato in non perfetta forma – ha dichiarato l’atleta di Caivano (Napoli), 2 vittorie in stagione – perché sono stato una settimana alle prese con la febbre che mi ha compromesso un risultato migliore di quello che volevo ottenere. Comunque ho ottenuto buon tempo su un percorso ventilato e dietro un sorprendente Abenante”. Un’altra sorpresa per il terzo gradino del podio assoluto con Florin Cosmin Grama (Tutti a Ruota-Cicli Montanini) che ha chiuso un inizio di giugno in crescendo dopo il decimo posto al Memorial Vittorio Nereggi-Dino Cardinali ad Anagni e il sesto al Gran Premio Confetti Pelino a Sulmona. Con questo piazzamento e la maglia di campione laziale degli allievi, Grama ha tutte le carte in regola per fare ancora meglio nelle prossime gare anche se la concorrenza al Memorial Nardoni era piuttosto alta e gli avversari davanti a sé non sono certamente mancati: “È il primo anno che corro e siccome sto entrando in forma spero a una maggiore continuità di risultati” ha commentato l’atleta nato in Romania e residente a Roma. Soltanto al settimo posto il campione laziale uscente Daniel Marcellusi (Tutti a Ruota-Cicli Montanini) in una posizione piuttosto defilata dai migliori: nessun problema di carattere meccanico o fisico, solo una semplice passerella con l’obiettivo di preparare la gamba in vista dell’italiano su strada del 1°luglio prossimo a Pieve di Soligo (Treviso). Una partecipazione degna di nota e nobilitata anche dall’unica esponente femminile Maria Vittoria De Santis (Capobianchi Cicli Moto Sport) e dai due atleti stranieri Nazar Syvak (Team Imperiale) dall’Ucraina e Andreas Dahlaug (A.S. Roma Ciclismo) dalla Norvegia che hanno terminato la loro prova con grande coraggio essendo alla loro prima esperienza assoluta in una cronometro individuale. Nella prova juniores di 19,9 chilometri, resa ancora più difficile per il vento che spirava in senso contrario per il 70% dello sviluppo del percorso, era lo specialista Giovanni Carboni (Spendolini Giammy Team) ad aggiudicarsi la gara con l’ottimo tempo di 23’51”. Una conferma in questa disciplina sbaragliando fior di coetanei e ribadendo il suo enorme talento per questa tipologia di gara: “Ci tenevo a far bene, è stato un primo posto voluto e cercato”. Questo è stato il commento di Carboni, nato a Fano (Pesaro) e residente nella vicina contrada di San Costanzo, che ha iniziato a correre dal 2009 con all’attivo 1 vittoria tra gli esordienti, 5 tra gli allievi (terzo alla Pescara-Castiglione e quarto alla Lugo-San Marino nel 2011) e 3 da juniores tutte quest’anno compreso il titolo marchigiano su strada e a cronometro. Per il secondo posto assoluto, un volto nuovo per questa specialità: Luca Taschin. L’alfiere della Cicli Montanini-Alice Ceramica Frw ha stupito tutti con il suo grandissimo e inatteso risultato che ha colto, guarda caso, il giorno dopo il suo compleanno: “Mi sono sempre difeso a cronometro – ha dichiarato l’atleta romano, ex campione laziale allievi del ciclocross nell’inverno 2008/2009 -. Da tempo l’ho preparata e i risultati si sono subito visti per farmi un bel regalo per il mio 18esimo compleanno. Sono felicissimo per me stesso e per il team del mio allenatore Alessandro Marrone”. Il promettente Francesco Faicchio (Fosco Bessi Atella Team) col terzo miglior tempo generale di 24’40” ha conquistato il titolo regionale campano con una prestazione davvero eccezionale considerando che è riuscito a mettersi alle sue spalle l’attesissimo e favorito atleta di Terracina Francesco Mandatori (Messere Porte-Astolfi Bike) il quale non è andato oltre il quarto posto col tempo di 24’45”. Lo stesso Mandatori si aspettava certamente di più per cercare di conquistare il risultato pieno sulle strade di casa in quanto è risultato, secondo gli addetti ai lavori, il più veloce in fase di avvio. “Questo titolo non me l’aspettavo – ha commentato a caldo il napoletano Francesco Faicchio, terzo in stagione sempre a Terracina al Gran Premio Marcello Falcone -. Sono sorpreso perché non ero tra i favoriti. Ho fatto davvero fatica e chiaramente non avevo il giusto ritmo per fare un tempo migliore”. Solo quinto col tempo di 25’04” si è classificato il polivalente Giuseppe Sannino (Asd Euro 90): sono stati troppi i 24 secondi che lo separavano dal podio assoluto con Faicchio ma il talentuoso atleta napoletano, in forza da quest’anno alla formazione abruzzese dell’Asd Euro 90, nelle prossime gare potrà quasi sicuramente farsi rivedere nelle zone alte degli ordini d’arrivo. Al termine della gara, al momento delle premiazioni,  è stato tributato il ricordo al compianto Daniele alla presenza delle persone più care: Antonio Liquori, Teodoro e Daniela Nardoni che, per l’occasione, hanno voluto ringraziare congiuntamente i presenti dopo aver dedicato anima e corpo per allestire nuovamente la gara. E per manifestare ancor di più la vicinanza e la solidarietà alla famiglia Nardoni, il vincitore della categoria allievi Michele Abenante ha voluto, per sua espressa volontà, donare il mazzo di fiori ai familiari di Daniele. Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione Angelo Caliciotti (presidente FCI Lazio), Tony Vernile (vice presidente FCI Lazio), Gildo Pagliaroli (responsabile struttura tecnica FCI Lazio), Salvatore Balestriere (responsabile struttura tecnica FCI Campania) ed Enrico Lo Sordo (presidente FCI Latina). Il presidente Antonio Liquori e la famiglia Nardoni intendono ringraziare la grande famiglia di partner pubblicitari che sono stati a fianco della realizzazione del Memorial Daniele Nardoni: Pizzeria Nardoni di Luciano Nardoni, Officina meccanica De Petris, Ferramenta Primi Gianpaola, Pasticceria Dolcezze di Ivano Minutilli, Azienda Floricola di Anna De Riso, Azienda Fabio Pisa, Agriturismo Le Terre di Bac, Macelleria Manfredi Azzola, Macelleria Garofalo Carni, Conad Frasso di Emilio Subiaco, Lutfi Gioielli, Art Line di Marcello Cervini, La Bottega Orafa di Luisa De Felice, Market Briò, Primi Lat di Massimiliano Primi, Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Pontino-filiale di Frasso, Autofficina Centra Roberto, Natura e Fitness, Barsi Ricambi, Brescini Autotrasporti, Flair’s Mania di Ugo Antonetti, Delizie Alimentari di Mandatori Daniela, Tabacchi Giovannoni Massimo, Boom Paap di Antonio Giovannoni, Vitiello Gioielli, Pim Tre Esse, Il Bazar di Paola e Catia, Alimentari Todis Terracina, Parrucchiera Cipolla Barbara, 9T9 Srl.

CLASSIFICA CRONOMETRO ALLIEVI

1. Abenante Michele (Team Imperiale) 10,6 chilometri in 14’14” media 44,684 km/h campione FCI Campania crono

2. Onofri Vincenzo (Pianura Visconti) 14’32” (a 18”)

3. Grama Florin Cosmin (Tutti a Ruota-Cicli Montanini) 14’37” (a 23”) campione FCI Lazio crono

4. Baldi Francesco (Pianura Visconti) 14’43” (a 29”)

5. Vernetti Andrea  (Pianura Visconti) 14’51” (a 37”)

6. De Gregorio Bonaventura (Bruscianese  Cicli  Perna  Balzano) 14’55” (a 41”)

7. Marcellusi Daniel (Tutti a Ruota-Cicli Montanini) 14’56” (a 42”)

8. Cacciotti Andrea (U.C Anagni Cicli Nereggi Asd) 15’08” (a 54”)

9. Vaia Nicola (Bruscianese  Cicli  Perna  Balzano) 15’09” (a 55”)

10. Matrone Luigi (Bruscianese  Cicli  Perna  Balzano) 15’12” (a 58”)

 

 

CLASSIFICA CRONOMETRO JUNIORES

1. Carboni Giovanni (Spendolini Giammy Team) 19,9 chilometri in 23’51” media 48,308 km/h

2. Taschin Luca (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw) 24’30” (a 39”) campione FCI Lazio crono

3. Faicchio Francesco (Fosco Bessi Atella Team) 24’40” (a 49”) campione FCI Campania crono

4. Mandatori Francesco (Messere Porte-Astolfi Bike) 24’45 (a 54”)

5. Sannino Giuseppe (Asd Euro 90) 25’04” (a 1’15”)

6. Ndoj Almarjo (Spendolini Giammy Team) 25’08” (a 1’19”)

7. Sabatini Emanuele (Asd Euro 90) 25’10” (a 1’21”)

8. Brocchetti Yuri (Cycling Team Coratti) 25’21” (a 1’32”)

9. Bartolucci Alessandro (Spendolini Giammy Team) 25’27” (a 1’38”)

10. Andreozzi Alessandro (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw) 25’28” (a 1’39”)

11. Ciccone Giulio (Asd Euro) 25’34” (a 1’45”)

12. Colazilli Jacopo (Asd Euro) 25’53” (a 2’02”)

13. Di Maio Domenico (Fosco Bessi Atella Team) 26’08” (a 2’17”)

14. Caracciolo Giuseppe (Time Bike Alto Lazio) 26’13” (a 2’22”)

15. De Filippis Cristian (Messere Porte-Astolfi Bike) 26’21” (a 2’30”)

16. Pizzo Emanuele (Cycling Team Coratti) 26’40” (a 2’49”)

In allegato foto Memorial Nardoni 2012 con i podi assoluti e le partenze di Abenante, De Santis, Syvak, Dalhaug, Grama, Carboni, Faicchio, Marcellusi e Mandatori; on line su youtube il video della gara a cura del sottoscritto Luca Alò al link http://www.youtube.com/watch?v=GkiI8sUjkhc&feature=youtu.be