La Commissione Disciplinare nazionale ha emesso ieri sera le prime sentenze relative al filone del calcio scommesse avviato dopo i deferimenti della Procura federale.
Per quanto riguarda le società, sono state comminate una serie di penalizzazioni da scontare nella prossima stagione: 2 punti per l’Atalanta (oltre a 25mila euro di ammenda) in Serie A, 6 punti per il Grosseto (e 40mila euro), 2 punti per il Modena, 1 punto per l’Ascoli (e 20mila euro) in Serie B, 1 punto per la Cremonese (e 30mila euro) e 1 punto per il Frosinone in Lega Pro. Ammenda di 15.000 euro al Livorno.
Per quanto riguarda le istanze di patteggiamento proposte dai tesserati, la Disciplinare ha accolto le richieste concordate con la Procura:
due anni di squalifica per Cristiano Doni, che si vanno a sommare ai 3 anni e 6 mesi di stop che gli erano stati inflitti nel processo sportivo dell’estate scorsa;
20 mesi per Carlo Gervasoni, Kewullay Conteh e Filippo Carobbio;                                                                        16 mesi per Alex Pedersoli (con 10mila euro di ammenda) e Francesco Ruopolo,
15 mesi per Antonio Narciso,
14 mesi per Dario Passoni,
12 mesi per Mirco Poloni,
10 mesi per Juri Tamburini,
6 mesi per Andrea De Falco,
5 mesi per Alfonso De Lucia,
4 mesi per Vittorio Micolucci, Nicola Mora e Marco Cellini,
2 mesi per Gianfranco Parlato.