C’è bagarre in classifica con tante squadre racchiuse nel giro di qualche punto. Nelle prossime partite si delineerà la classifica con i giusti valori. Una sconfitta pesante quella subita dall’Ortese domenica scorsa a SanGiorgioaCremano contro l’Atletico Vesuvio rivitalizzato dalla cura Monaco(4 punti in gare ostiche come Sibilla e Ortese).. Il tecnico DelPrete non accampa scuse . Urge un’inversione di tendenza immediata: la squadra appare cinica in casa e poco reattiva in trasferta con risultati da dimenticare quando si gioca la domenica mattina:”Partita decisa dagli episodi. Abbiamo giocato –sottolinea il mister-discretamente il primo tempo e subito il primo goal su errore nostro su una palla lunga di 40 metri. Da lì è cambiato tutto dopo delle occasioni favorevoli. Ci doveva stare il nostro recupero .Il cambio con Carnielli non ha dato gli esiti sperati perché gli avversari si sono barricati dietro.  Abbiamo commesso il secondo errore che ha chiuso la partita. C’è rammarico perché gli avversari hanno fatto la partita sulla forza, motivazione giusta,grinta e determinazione.  Non dico che i ragazzi non erano motivati ma il campo dice questo. Giochiamo leziosi e si paga la conseguenza di chi non riesce a rimontare, a recuperare la partita. Ho sempre detto anche se vinciamo sabato in casa quali sono i nostri obiettivi. I problemi nascono quando non vinciamo in casa. Dobbiamo cambiare atteggiamento specie fuori casa. Nel prossimo turno non dovremmo subire più di tanto perché rientra lo squalificato Di Maio. In difesa ho i sostituti giusti. Il modulo è quello lì.  C’è un grosso rammarico ovvio”

M.F.