AVELLINO – Un successo annunciato quello della Bohéme al Teatro Gesualdo di Avellino,  mentre le scuole stanno già facendo registrare il tutto esaurito per l’iniziativa nata dalla collaborazione tra due Conservatori di Benevento e di Avellino, nell’appuntamento mattutino tutto dedicato agli studenti.
C’è da aspettarsi il sold-out anche per la serata che proporrà al pubblico avellinese un evento di grande richiamo, mentre la vendita dei biglietti resterà aperta anche prima dello spettacolo ai botteghini. Un evento, insomma, costruito su misura per la città e il suo Teatro, un luogo che gli avellinesi sentono proprio da sempre.
Per Carmine Santaniello, direttore del Cimarosa “L’esperienza offerta ai giovani studenti dei conservatori che parteciperanno all’evento costituisce per loro un bagaglio professionale da spendere nella carriera che andranno a percorrere, ma rappresenta anche un momento importante per le istituzioni formative, che vedono crescere intorno alle attività di produzione il loro peso all’interno della programmazione culturale della città”.
Così una produzione musicalmente doc, che già ha riscosso il successo del Teatro Romano di Benevento, si ripropone ad Avellino per presentare un percorso di produzione che potrebbe vedere ancora insieme i due istituti musicali.
La mattina di sabato 16 alle 9,00 saranno le scuole ad assistere per prime alla rappresentazione dell’opera pucciniana, mentre la serata, a partire dalle 20,00, sarà dedicata al pubblico. Le scenografie saranno arricchite dalle proiezioni studiate da Gennaro Vallifuoco, attingendo al bagaglio tecnologico del nostro Teatro, ma non mancheranno gli interventi dell’Istituto De Luca di Avellino.
E in questi giorni è corsa anche ai biglietti che, al costo di 10 euro, sono disponibili presso lo sportello informativo del Cimarosa o anche in Teatro.
Personaggi Interpreti
Mimì Daniela Del Monaco
Musetta Gelsomina Troiano
Rodolfo, poeta Guglielmo De Maria
Marcello, pittore Raffaele Raffio
Schaunard, musicista Luciano Matarazzo
Colline, filosofo Davide Giangregorio
Benoit, padrone di casa Rosario Grauso
Alcindoro, consigliere di stato Fabrizio Crisci
Parpignol Mariano Della Morte
Sergente dei doganieri Rosario Grauso
Doganiere Anton Gryvniak
Orchestra e Coro del Conservatorio Nicola Sala di Benevento e Cimarosa di Avellino
Maestro concertatore e direttore d’orchestra
FRANCESCO IVAN CIAMPA
Maestro del Coro
ADRIANA ACCARDO
Maestro del Coro di voci bianche
ALESSIO SALVATI
Maestro Collaboratore
ROSSELLA VENDEMIA
Regia
EMANUELE DI MURO