La fucilata del finale, che si insacca all’incrocio dei pali della porta difesa dall’incolpevole Fumagalli, è solo la ciliegina sulla torta di una prestazione tutto cuore e… qualità. Simone Basso, 29 anni, “rompe” gli equilibri di un derby che Sorrento e Avellino, almeno nella prima frazione di gioco, avevano giocato alla pari, senza esclusioni di colpi. Poi, nella ripresa, il maggior tasso tecnico dei rossoneri ha prevalso sulla buona volontà dei Lupi. Protagonista del match: l’esterno di Novi Ligure. A lui, la palma del migliore.
 
fonte www.sorrentocalcio.net