Due vittorie di fila con difesa imbattuta è il biglietto da visita che il Città di Atripalda esibisce alla vicecapolista Montecorvino Campagna, impegnata nella corsa sull’Agropoli. La formazione di Maiorano, ancora imbattuta a differenza dei delfini, è reduce da un filotto di tre successi che l’hanno lanciata all’inseguimento a distanza minima dalla prima della classe. Secondo miglior attacco e seconda miglior difesa quelli della compagine presieduta dalla triade Apicella-Busillo-De Rosa. Una macchina quasi perfetta che ha il suo tallone d’Achille nel rendimento esterno, scandito dai due pareggi in casa di Virtus Ippogrifo e Massa Lubrense e dalla sofferta vittoria di rigore ottenuta quasi allo scadere ad Angri. Un’analisi per certi versi impietosa nei confronti della corazzata salernitana, ma indotta dai numeri che ne fanno una squadra che fatica a trovare la quadratura del cerchio lontano dalle mura amiche. Guai, però, a fidarsi del ritmo da trasferta a singhiozzo di un team allestito con elementi in grado di fare la differenza per puntare in alto. Basta citare soltanto i nomi del reparto avanzato: Tranfa, Letizia e Napodano rappresentano il top per la categoria. Caratura e piazzamento in classifica dell’avversario non scalfiscono più di tanto la consapevolezza di poter fare risultato che pervade tutto l’ambiente in riva al Sabato. Il clima sereno che aleggia intorno alla squadra ha rimpiazzato la pressione con la quale gli atleti biancoverdi erano costretti a fare i conti prima di ogni match. Nella sfida contro il Montecorvino conteranno ancora le motivazioni, e la truppa di Montanile ne ha da vendere. Il tecnico biancoverde dovrà rinunciare ancora alla qualità di Saviano e Vacca. Lo staff medico ha consigliato di non rischiarli anche soltanto per uno spezzone di partita in modo da favorirne il completo recupero in vista del match di Massa Lubrense. Problemi anche per il vice Caruccio Imparato che non sarà della partita: al suo posto ci sarà il 18enne Santaniello. Completa il quadro degli assenti lo squalificato Galliano che verrà rimpiazzato dal baby Stompanato. Torna disponibile, invece, De Turris che a gara in corso può rivelarsi un’arma importante sulle fasce. Formazione praticamente fatta o quasi, dunque, per Montanile alle prese con il rebus attacco. Il dubbio riguarda la conferma del modulo di Faiano a una punta oppure il ritorno allo schieramento a due punte adottato due settimane fa contro la Virtus Ippogrifo. Nel primo caso il terminale offensivo sarà Simone supportato da Modesto e Vecchione sulle fasce in un 4-5-1 pronto diventare 4-3-2-1 in fase di possesso. Nella seconda ipotesi, D’Acierno, preferito a Modesto, affiancherebbe Simone dando vita ad un classico 4-4-2. Per quanto riguarda gli altri interpreti di difesa e centrocampo, l’unica novità, come anticipato, è l’inserimento di Stompanato in luogo di Galliano al centro della difesa accanto a Tirri; sulle fasce agiranno Tancredi e Sicignano. In mediana Mesisca sarà il vertice basso mentre la collocazione di Raffone e Ambrosio dipenderà dall’atteggiamento tattico. Questo l’elenco dei 18 che affronteranno il Montecorvino Campagna.

Portieri: Caruccio, Santaniello (’93).

Difensori: Tirri, Tancredi (’93), Stompanato (’93), Sicignano.

Centrocampisti: Barletta (’94), Mesisca, Rupa, Vecchione (’94), Cerullo, Ambrosio, Raffone, Santucci, De Turris.

Attaccanti: Simone, Modesto (’93), D’Acierno (’93).