CAVA DE’ TIRRENI – Alessandra Appiano con “Solo un uomo” (Garzanti), Luca Bianchini con “Io che amo solo te” (Mondadori) e Cinzia Leone con “Cellophane” (Bompiani). Sono questi i nomi dei finalisti della prima edizione del Premio Margherita Rosa scelti dalla giuria presieduta dallo scrittore Carlo A. Martigli e composta dalla giornalista e saggista Valentina Fortichiari, dall’attrice e conduttrice TV Alessandra Casella e dall’agente letterario Piergiorgio Nicolazzini.
 
Gli autori saranno presenti a Santa Margherita Ligure (Ge) dal 7 al 9 marzo prossimo, quando la “Perla del Tigullio” diventerà ufficialmente la capitale italiana di un genere letterario, quello “rosa”, in vette alle classifiche di gradimento. Sono ufficiali anche i nomi degli ospiti che prenderanno parte al festival: l’autore e attore Enzo Decaro, chiamato a consegnare il premio nelle mani del vincitore, il cui nome rispecchierà non solo le preferenze della giuria ufficiale, ma anche di una giuria popolare composta da 20 membri; l’attore e cabarettista Gigi Miseferi, che delizierà il pubblico con letture sceniche tratte dai brani dei romanzi finalisti; Gianmarco Sergi, le cui note di pianoforte accompagneranno la serata di gala prevista sabato 8 a Villa Durazzo.
 
Talk show, incontri, dibattiti, un riconoscimento ufficiale all’autrice e scrittrice Margherita Oggero ed un tributo a Margherita Hack completeranno un quadro ricco di grandi eventi che si alterneranno tra Villa Durazzo, la libreria di “Santa” e la Sala pubblica di via dell’Arco 38, dove nel pomeriggio di venerdì 7 marzo sarà inaugurata anche una mostra dedicata alle copertine dei romanzi di una grande donna scrittrice del novecento: Liala.
 
Il Premio Margherita Rosa è un’iniziativa curata dall’associazione ArTime (su www.associazioneartime.it sono disponibili tutte le informazioni sull’evento) con il supporto del Comune di Santa Margherita Ligure (www.smlturismo.it). La direzione artistica è affidata alla giornalista Cristina Marra.