NAPOLI – Scorre il cartellone del teatro Acacia con l’avvincente “Trappola Mortale”, che debutta il prossimo sedici gennaio con successive tre repliche il 17-18 e 19. Sul palcoscenico di Via Tarantino Corrado Tedeschi ed Ettore Bassi saranno i protagonisti di un giallo teatrale dalle sfumature moderne. Un racconto che non distoglie mai l’interesse dalla vicenda, sebbene in esso ci sono spunti umoristici ed ironici che mantengono vivace la trama e rendono scorrevole e piacevole il racconto. “Trappola Mortale” , un testo scritto da Ira Levin,  si presenta come un perfetto gioco a incastri tra umorismo, suspence e forte tensione narrativa in una nuova edizione aggiornata da Luigi Lunari dove computer e tecnologia sostituiscono le vecchie macchine da scrivere, per rendere ancora più avvincente un’intramontabile testo noir definito dalla critica “due terzi thriller, un terzo commedia” perchè i momenti di forte suspence sono perfettamente incastrati con altri momenti molto spiritosi, a volte comici. Luigi Lunari, con l’addattamento, ed Enni Coltorti con la regia hanno reso “Trappola Mortale”  una vicenda attuale nella quale si pone l’accento su tutto ciò che l’uomo è disposto a fare pur di realizzare  le proprie ambizioni.  Coltorti e Lunari, sempre insieme, nell’edizione di 25 anni fa vinsero il “Biglietto d’oro con l’allora protagonista Paolo Ferrari. Oggi tocca a Corrado Tedeschi dare nuova vita e nuova sostanza al protagonista di questa avvincente vicenda. Al suo fianco oltre al già citato Ettore Bassi, anche Miriam Mesturino (nel ruolo di Myra), Giovanni Argante e con Silvana De Santis (nel ruolo di Helga).Le scene sono di Gianluca Amodio, i costumi di Maria Grazia Santonocito, progetto luci a cura di  Stefano Lattavo, musiche originali di Gary Yershon, sound designer Simon Baker, effetti speciali Galiano Fx,  maestro d’armi Alberto Bellandi.