“Da oggi abbiamo uno strumento per combattere la contraffazione nel settore caseario. Si tratta di ‘Caseificio Italia’ la banca dati  informatica del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) che consentirà il monitoraggio costante delle produzioni lattiero-casearie vaccine e ovicaprine, contribuendo così a contrastare quelle continue speculazioni che minacciano la tenuta di un comparto di eccellenza dell’agroalimentare italiano” a dirlo in una nota il deputato M5S Pasquale Maglione.

“Dopo un lungo lavoro di concertazione – prosegue il deputato – la Conferenza Stato-Regioni ha sancito l’intesa sui due decreti del monitoraggio del latte e delle produzioni lattiero-casearie vaccine e ovicaprine. Diventa così realtà la norma che il M5S ha fortemente voluto inserire nel Decreto Emergenze in Agricoltura, nella primavera 2019. Ogni primo acquirente è tenuto a registrare nella banca dati informatica del Sian, detenuta dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA), mensilmente i quantitativi di latte e semilavorati comprati, specificandone qualità e provenienza, mentre – spiega il deputato – i trasformatori devono registrare ogni trimestre i prodotti lattiero-caseari. Sono previste semplificazioni laddove i dati siano già presenti su altre piattaforme della Pubblica Amministrazione mentre per i piccoli produttori in vendita diretta la registrazione è annuale. Si tratta di uno strumento importantissimo per valutare e indirizzare le produzioni lattiero-casearie in Italia, in modo da poter avere il monitoraggio delle produzioni e il termometro dell’andamento del mercato. Dopo olio e vino e nell’attesa dell’attuazione del medesimo strumento per le produzioni cerealicole, nasce oggi ‘Caseificio Italia’ con cui scongiuriamo eventuali speculazioni e diamo trasparenza a produttori e consumatori” conclude Maglione.