AVELLINO – “A TUA IMMAGINE” nasce dall’idea di voler accendere uno spot sul tema dell’immagine, così stravolta oggigiorno: sull’idea di corpo ” mutante” e in molti casi senza troppa consapevolezza. Coinvolgendo vari artisti campani che rappresentano a livello nazionale ed internazionale l’arte sotto varie forme, questa idea si è trasformata in una sorta di laboratorio creativo sul corpo e sulla sua figurazione. Si sono messi in gioco e hanno affrontato il tema con entusiasmo artisti importanti del territorio locale come il maestro Antonello Matarazzo ed Eliana Petrizzi sia giovani artisti come Emiliano Stella e Paolo dell’Aquila che da anni rappresentano l’eccellenza campana nel campo dell’arte con esposizioni di livello internazionale come la Biennale d’arte contemporanea di Venezia. Dal 16 Maggio al 16 Giugno 2014 presso il Centro Culturale L’APPRODO di via Matteotti, 31 Avellino. Questa mostra intende accendere uno spot sul tema dell’immagine, così stravolta oggigiorno: sull’idea di corpo ” mutante” e in molti casi senza troppa consapevolezza. Quanto si è davvero consci dell’azione chirurgica e del tatuaggio sulla propria immagine? E quanto è flebile oggi il limite tra la conoscenza e accettazione del proprio corpo e della propria immagine e il desiderio ossessivo di “cambiarsi”?
“La continua mutazione del corpo non avviene, nel tentativo di replicare un modello estetico, non è la ricerca di una perfezione delle forme a muovere questa perpetua trasformazione, ma l’imitazione di modelli sociali, che spinge l’attenzione al gesto, alla pratica del tatuaggio, della chirurgia, alla micromutazione e micromutilazione, non al suo contenuto estetico.”
Espongono: Gianluca Capozzi, Elena Castiglia, Marco Chiuchiarelli, Paolo dell’Aquila, Salvatore Di Domenico, Fabulouskhate, Antonello Matarazzo, Salvatore Melillo, Tania Merenda,  Gianni Padula, Eliana Petrizzi, Mariarita Renatti, Giuseppe Sassone, Susy Saulle, Emiliano Stella.
Vernissage Venerdì 16 maggio 2014 dalle ore 18.30
Introdurranno:
Vittorio Saldutti, critico d’arte
Alfredo “Mojo” Raimondi, tatuatore
Flora Numis, cardiochirurgo