In un paese indefinito, in un tempo imprecisato, tutti gli animali sono spariti e gli adulti si rifiutano di parlarne. Superando l’iniziale paura per Nehi, il demone del bosco, responsabile secondo gli abitanti del villaggio della sparizione di tutti gli animali, Maya e Mati si inoltrano nel bosco per cominciare la loro avventura.
Lezione universale su cui grava potente la tragedia del popolo ebraico: l’esodo degli animali dal giogo umano riporta alla mente quello narrato nell’Antico Testamento, il rifiuto di ricordare radicato nella mente degli abitanti del villaggio richiama l’atteggiamento di tanta gente nei confronti dell’Olocausto, la relegazione di coloro che sono ritenuti diversi rispecchia gli orribili ghetti del secolo scorso… per imparare… e per riflettere…
LA BANALITÀ DEL MALE
Regia: Luca Gatta
Drammaturgia: Luca Gatta e Tiziana Sellato
Con: Ilaria Scarano e Jelena Bosanac
Una co-produzione ASSOCIAZIONE TEATRALE AISTHESIS – MÙ TEATRO
Musiche di J. S. Bach, L. V. Beethoven, F. Chopin, R. Schumann, F. Liszt
Pianiste: Livia Guarino e Cristina Iorillo
Proiezioni a cura di: Zia Lidia Social Club
Incontro di due giovani donne vittime della deportazione in due modi diversi: una l’ha scelta, l’altra l’ha subita.  La percezione della condizione ebraica di fronte alla tragedia dell’Olocausto.
Una donna crede nella possibilità di sfuggire dalla tragicità della guerra vivendo in clandestinità, progettando il proprio futuro e ignorando il presente, l’altra sceglie di vivere nel presente, è consapevole del proprio destino e di quello del proprio popolo, lo affronta in maniera cosciente, senza prevedere alcun futuro, sempre accompagnata da un’incrollabile fede in Dio. Lo spettacolo è un colloquio tra queste donne, a fare da scenografia – cornice, proiezioni di immagini, film e documentari dell’epoca e da colonna sonora le musiche dei più rappresentativi musicisti classici.
TESSERE STORIE PER RIANNODARE PASSATO E PRESENTE
Letture animate con Ramona Barbieri
a cura del Presidio del Libro di Avellino
Attraverso la lettura ad alta voce di fiabe e racconti selezionati si cercherà di far confrontare i bambini con il complesso tema della Shoah, per far comprendere loro in maniera semplice e colloquiale come possa essere “banale” tra gli uomini la violenza e l’odio razziale nei confronti dei propri simili.
SITRÀ ACHRÀ
installazione audio|video
opera collettiva a cura di FLUSSI
L’associazione Magnitudo propone un’opera collettiva, che raggrupperà al suo interno varie personalità artistiche presenti sul territorio legate alla cultura dei nuovi media e delle arti digitali in genere, questo grazie al particolare senso collaborativo e di condivisione che le attività svolte da Magnitudo hanno sempre avuto.
Il progetto consiste nell’installazione di superfici proiettate non comuni, in particolare veli e tulle, dove si susseguiranno sia proiezioni astratte che proiezioni con chiari riferimenti all’Olocausto, mentre per la parte audio saranno usati allo stesso modo, sistemi non comuni di diffusione sonora, in particolare dei diffusori che simboleggeranno docce, da cui non uscirà più gas, ma audio con la stessa tipologia di astrazione della parte video.
 
PROGRAMMA
I RACCONTI DEL BOSCO PERDUTO
di Associazione Teatrale Aisthesis
spettacolo teatrale per le scuole medie inferiori
Centro sociale Samantha della Porta
Ore 09.00
 
SITRÀ ACHRÀ
installazione audio|video
opera collettiva a cura di Flussi
Corso Vittorio Emanuele
Ore 11.00 – 13.30
16.30 – 23.00

TESSERE STORIE PER RIANNODARE PASSATO E PRESENTE
Letture animate
Presidio del Libro di Avellino
Casino del Principe
Ore 16.00

LA BANALITÀ DEL MALE
spettacolo teatrale
di Associazione Teatrale Aisthesis e Mù Teatro
Casino del Principe
Ore 19.00