Venerdì riapre il ristorante Marennà, pronto ad accogliere i suoi ospiti in un contesto naturale reso ancor più emozionante dall’esplosione primaverile dei colori d’Irpinia. Per l’occasione, lo chef Roberto Allocca ha creato tre nuovi percorsi di degustazione che valorizzano le gustose primizie di stagione del territorio, abbinati alla carta dei vini che ospita oltre 200 etichette nazionali e internazionali. Risvegliare i sensi e il palato dopo questi giorni di lockdown è il desiderio che, nel massimo del comfort e della sicurezza, Marennà si propone di esaudire, potendo già garantire spazi ampi con vista sui vigneti circostanti. Il contesto naturale e l’appartenenza ad un’azienda come Feudi di San Gregorio (che ha adeguato le sue norme di sicurezza già da metà marzo al mutato contesto della crisi) hanno agevolato la messa in atto, anche da parte del ristorante, di tutte le norme sanitarie vigenti al fine di garantire un’esperienza in tutta sicurezza: tavoli ben distanziati, come peraltro da tradizione del Marennà, menu monouso-omaggio, carta dei vini digitale, percorsi di accesso ben definiti, etc.. Invece, per chi volesse vivere l’esperienza a domicilio, dal 5 giugno partirà l’offerta delivery del ristorante con la possibilità di ricevere comodamente a casa alcune prelibatezze ideate dallo Chef del Marennà, da “finalizzare” poi nella propria cucina. E sempre Marennà ha una sorpresa in serbo per i visitatori della cantina nell’ambito della giornata tradizionalmente designata a Cantine Aperte (il prossimo 31 maggio).