Un piano ad hoc di sviluppo turistico nel territorio del Comune di Villamaina. E’ la proposta lanciata da Confartigianato Avellino al sindaco Stefania Di Cicilia e agli operatori della zona per sostenere la promozione delle attività legate allo stabilimento termale del paese. “Quello di Villamaina – afferma il presidente di Confartigianato Avellino, Ettore Mocella – è l’unico caso di località termale dell’Irpinia. In quest’area esistono micro realtà imprenditoriali che vanno sostenute in un piano più complessivo che riguarda l’intera provincia. Abbiamo avviato un dialogo con l’amministrazione e gli addetti ai lavori che, si spera, possa portare alla realizzazione di un progetto”.
La proposta di Confartigianato Avellino rientra nella cornice più ampia del progetto per lo sviluppo locale e la valorizzazione del territorio “Irpinia Sistema Turistico”, promosso dalla stessa Confartigianato Avellino, con Confindustria Avellino e Federalberghi Avellino. A Villamaina c’è stata un’altra tappa del tour per illustrare l’iniziativa. Mocella, alla presenza del sindaco e con Vittorio Ascione, consulente tecnico specializzato, ha spiegato gli obiettivi del  progetto finalizzato a realizzare un sistema di rete orientato alla qualità individuando come elemento distintivo del prodotto l’autenticità dell’esperienza turistica incentrata sulla cura della persona in tutti i suoi aspetti e sulle specificità territoriali ed ambientali. Un modo per poter connotare una varietà di tipologie turistiche, tradizionali e innovative insieme, tutte racchiuse in un contesto unitario ed omogeneo.