Grande appuntamento al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino per sabato 19 (ore21.00) e domenica 20 (ore18.30) gennaio 2013 dov’è di scena uno dei maggiori comici del momento, il “fondamentalista napoletano” Simone Schettino, per la rassegna RED.

Prendendo a pretesto la vita reale, le situazioni quotidiane al limite del paradosso, i temi dell’economia, della politica e della finanza, l’autore e attore partenopeo utilizza la comicità per una riflessione sull’importanza di non prendere le notizie, i luoghi comuni e le frasi fatte così come vengono proposte o sentite, ma di aprire un confronto e un dialogo, ragionando sui fatti in maniera critica e autonoma, senza seguire passivamente il pensiero altrui.

Il meraviglioso mondo del web ha dato la possibilità a chiunque di esprimere e diffondere il proprio pensiero che altrimenti sarebbe stato destinato esclusivamente ad una ristretta cerchia di amici e conoscenti. Ma nonostante la quantità enorme di notizie e documenti presenti in rete, a volte circolano opinioni o commenti che perlopiù si limitano a sintetizzare le notizie lette sulla prima pagina del giornale, senza la volontà e neanche il tentativo di andare oltre ed esprimere un giudizio proprio, come se in quel momento a parlare o scrivere fosse lo stesso autore dell’articolo appena letto. Al giorno d’oggi invece è giusto farsi un’idea personale su ciò che avviene quotidianamente, e poco importa quanto sia condivisibile, l’importante è che sia un’idea propria.

“L’economia? Stiamo rovinati. L’alta finanza? Non mi interessa! I politici? Tutti ladri. Spesso esprimiamo giudizi così lapidari da liquidare un qualsiasi argomento in pochi attimi. Del resto, una delle critiche più frequenti rivolte alla società moderna riguarda proprio la pochezza degli argomenti che interessano al cittadino medio, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Il vero problema, però, risiede nel contenuto di ciò che si dice piuttosto che nell’argomento stesso. Non esistono infatti realtà di cui non valga la pena discutere, anche se considerate le più banali. Il fatto stesso che esistono dovrebbero far riflettere”. Nello spettacolo non vi è altro che questo, ovvero il pensiero di Simone Schettino, condivisibile o meno, sui numerosi accadimenti che inevitabilmente influiscono sul nostro stile di vita. L’importante è credere in quel che si dice e sostenere le proprie idee riscoprendo il piacere del dialogo e del ragionamento col tentativo chiaramente, da parte di Schettino,  di strappare quante più risate è possibile.