Siamo venuti a conoscenza di una richiesta da parte dell’Istituto Professionale Scoca, per l’ex edificio scolastico di Piazza Convento, al fine di trasferirvi le attività didattiche.

Per cui, sarebbe stata formulata una richiesta al Comune per adibire nuovamente la struttura allo scopo per cui fu costruita, quello di “istituto scolastico”.

Tale disponibilità sarebbe stata negata dal Sindaco Biancardi e dalla sua maggioranza, adducendo come motivazione l’attuale utilizzo dello stabile destinato, come tutti sanno, ad ospitare alcune Associazioni Avellane.

Un rifiuto poco lungimirante, a nostro avviso, quello espresso dal sindaco il quale verosimilmente non ha saputo cogliere gli aspetti estremamente positivi che deriverebbero da un uso più adeguato dell’edificio.

Senza alcuna polemica verso le Associazioni, che grazie al loro impegno ed alle loro iniziative migliorano la qualità della vita dell’intera comunità, è evidente che accettare la richiesta dello Scoca comporterebbe vantaggi importanti.

Anzitutto centinaia di ragazzi riempirebbero Piazza Convento ogni giorno ma, soprattutto, si rilancerebbe in maniera seria e perentoria il commercio locale, favorendo negozi e bar del centro storico minati, ormai da tempo, da una crisi economica irreversibile.

Le Associazioni, dunque, almeno quelle esistenti e realmente operanti sul territorio, potrebbero essere dislocate in altri locali come quelli dell’ex Municipio, continuando in questo modo a fornire il loro contributo senza gravarsi di ulteriori spese di affitto.

Chiediamo, quindi, al Sindaco Domenico Biancardi, di concedere l’uso dell’ex edificio scolastico di Piazza Convento all’istituto Scoca e, al fine di rafforzare questa richiesta, in qualità di rappresentanti di Davvero-Verdi promuoveremo a breve una raccolta firme tra i cittadini e commercianti di Piazza Convento. Siamo certi di ottenere un riscontro positivo su questa vertenza.