BENETTON TREVISO – AIR SCANDONE 69 – 59

Finale

 

Nulla da fare per la Scandone che perde a Treviso e vede interrompersi il cammino nei play off scudetto. La Benetton ha scatenato Motiejunas, che al primo quarto ha fatto la differenza. Linton Johnson ha cerca di fare da argine sotto canestro al dilagare dei padroni di casa. Treviso nel secondo quarto è arrivata anche a un +12. Gentile, premiato miglior giocatore under 22 della Serie A, ha fatot la differenza, con 9 punti preziosi già a metà gara. Ma Avellino si è fatta sotto in maniera pericolosa nel terzo tempo, quando il distacco si è ridotto a soli due punti anche per alcuni falli contestati. A questo punto, però, Taquan ha sciolto le briglie ed è riuscito ad andare in doppia cifra. Ma è stato Motiejunas l’uomo dei grandi regali nel cerchio di ferro. E Treviso si è allontanata dalla zona rossa. Avellino, tuttavia, non ha voluto essere domata. Vitucci ha messo alla frusta anche Szewczyk, ma i giochi ormai erano fatti.  I ritmi infernali dell’avvio però non possono durare a lungo così con calma e una buona lettura gli uomini di Vitucci tornano in partita chiudendo alla pausa lunga con un 41-33 che non sembra aver ancora compromesso nulla. Ed infatti al rientro sul parquet sembra cambiata la gara, Avellino si presenta con tutt’altra aggressività e si riporta a tiro grazie alle tre triple consecutive firmate Dean (2) e Green. Al 23esimo si è 44-42 e i campani credono nell’impresa di prolungare la serie. Gli ultimi dieci minuti sono solo una formalità che portano a fissare il punteggio definitivo di 69-59. Per Avellino finisce a Treviso l’avventura play off mentre per la Benetton ci saranno le semifinali contro i campioni d’Italia Siena. Repesa fa partire il quintetto di gara-3: Markovic, Gentile, Smith, Motiejunas e Skinner. L’inizio per i biancoverdi è scoppiettante, in 1’36” veloce 6-0 con schiacciata di Gentile che suggerisce a Vitucci di chiedere timeout. La musica non cambia. Il 9-0 lo firma Motiejunas da tre. Avellino prova a difendersi con Dean ma Motiejunas ha la mano calda (3/4 da 2, 2/2 da 3) e piazza un’altra tripla per il 16-7 trevigiano al 5’. L’inizio del lituano è perfetto (12 punti in 5’). Anche Alessandro Gentile, premiato dal presidente di Lega Valentino Renzi poco prima della palla a due come miglior under 22 della Serie A, è in serata e ne fa 9 in 10’ (3/3 da 2) . Lui e Motiejunas sembrano quelli di gara-1. Dal 24-14 sulla tripla di Lauwers sul filo dei 24” e il potenziale gioco da 3 punti di Johnson potrebbero avvicinare Avellino, ma due possessi consecutivi mal sfruttati caricano Gentile che piazza ancora da 3 e chiude il quarto27-17 per la Benetton. Avellino ad inizio quarto prova a tornare sotto, complice qualche possesso pasticciato dai biancoverdi (27-21 al 12’). Repesa ne discute un po’ con i suoi. Si riattacca e dopo tre minuti e mezzo senza segnare c’è il tap-in di Markovic a sbloccare Treviso. Fa ancora fatica ai liberi la formazione irpina (sotto il 50% anche da 2 e sotto il 30% da 3) nonostante i 3 minuti e mezzo senza segnare della Benetton, non riesce ad accorciare le distanze: Bulleri al 36’ firma il 33-24, e si vede anche il “preside” Skinner sempre presente nel penetra e scarica dei compagni. La Benetton si esalta intorno al 18’; i biancoverdi pressano altissimo a tutto campo e volano al massimo vantaggio sul +12 con la schiacciata del “prof” Smith che illumina il Palaverde (38-26 al 18’). I rimbalzi rimangono in mano trevigiana (27 a 16 in 20′). Bulleri sfrutta l’entusiasmo e con una bomba parabolica guadagna il 41-26 (39’). L’offensiva del finale di primo tempo la porta Johnson (inizierà benissimo, chiude con 10 punti e 11 rimba) tornando sul 41-33, dal -15 al -8 in 60” con qualche pallone di troppo perso dai ragazzi di Repesa. I lupi nella ripresa inanellano il proprio parziale con il solito Dean, e dal -15 arrivano al -5: 41-36 al 22’.  A spezzare il momento positivo avellinese ci pensa Markovic, da 3, centrando il 44-36. Non si ferma però Avellino che con un Dean in formato cecchino trova anche il -2 (44-42), sempre dall’arco. L’aggressività di Avellino sorprende i biancoverdi che dopo aver rischiato anche l’aggancio riscoprono la difesa aggressiva. L’energia necessaria per rimettersi in carreggiata la danno i due giovani, Motiejunas (da sotto) e Gentile (14 punti in 30’), che finalizza uno stupendo gioco da 3 punti dopo l’azione corale in contropiede della Benetton. Il punteggio è sul 48-42 al 25’. Nel terzo quarto ad Avellino funziona tutto al tiro, Dean (già 8 punti nel quarto) è scatenato. Treviso invece si gode la caparbietà del baby Gentile, anche sotto le plance, e di capitan Bulleri, da fuori ma non solo, che spazzano a -7 Avellino al 28’ (54-47). L’onda lunga porta la Benetton a +11 anche se a pochi secondi dal termine del quarto Lauwers azzecca la tripla e subisce anche fallo così gli irpini tornano a -7, sul 58-51. Si decide tutto nell’ultimo quarto; Repesa abbassa il quintetto, la Benetton difende bene i 24”  tentando di pungere in contropiede; i canestri facili però non arrivano, neppure da sotto dove il dominio a rimbalzo è netto.  Le difese, e la stanchezza di una serie giocata sempre al massimo, pesano nell’incontro: si segna molto meno, nessun canestro per 3’, fino al 35’ quando Motiejunas fa il 62-53, e il “prof”  Smith (8 rimbalzi, come Brunner, 51-32 il dominio trevigiano a rimbalzo) decide che è arrivato il momento della sua lezione, rigorosamente da 3 per il 64-53 (+11).  Avellino non intende mollare la presa, pressa altissimo e con i canestri di Thomas e Lauwers costringe Repesa al timeout a 2’27”: 66-59, dal -11 al -7 in 2 minuti e mezzo, l’ultimo sussulto di un’Air sempre indomita, come in tutta la stagione. E’ ancora calda la difesa biancoverde che da lì blocca gli uomini di Vitucci con ottimi recuperi nel finale chiudendo ogni porta. L’ultimo minuto è di gloria: la schiacciata di Motiejunas del 69-59 (+10) mette la parola fine al match.  La Benetton è in semifinale mentre Avellino torna a casa a testa alta. Martedì con gara1, poi giovedì gara 2 (entrambe a Siena), gara 3 sabato 4 giugno al Palaverde.