Domani (sabato 11 luglio) la tredicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia, per il quarto anno diretto da Ruggero Cappuccio, realizzata con il sostegno della Regione Campania e organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, guidata da Alessandro Barbano si sposta anche nell’avellinese, e precisamente al Complesso Monumentale di Solofra.  Va in scena alle 21.00 Li canti della Gatta Cenerentola, un progetto di teatro musicale e pupi napoletani di Ambrogio Sparagna, con la partecipazione straordinaria di Iaia Forte, voce solista, e l’interpretazione di Violetta Ercolano, Aldo De Martino, Maurizio Stammati, Erasmo Treglia con l’ensemble strumentale dell’Orchestra Popolare Italiana.

Lo spettacolo, ispirato alle raccolte Lo cunto de li cunti (1634-1636) di Giambattista Basile racconta le fantastiche avventure della giovane Zezolla, che da figlia di un principe si ritrova dapprima a diventare serva addetta alle mansioni domestiche (Gatta Cenerentola) e poi, grazie a una serie di avvenimenti magici, principessa. L’impianto drammaturgico si avvale dalla presenza in scena dei Pupi Napoletani del Museo Ipiemme e degli attori/musicisti. Li canti della Gatta Cenerentola viene trasmesso anche in diretta streaming su live.napoliteatrofestival.it, su Radio CRC, sul Canale 620 del Digitale Terrestre e sull’App ufficiale di CRC, e sulla piattaforma Ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania.

Il ricavato dello spettacolo, come per tutti gli altri programmati nella sezione Musica del Festival, andrà in beneficenza all’Istituto nazionale tumori “Fondazione Pascale” di Napoli.