Se in Europa già diversi paesi stanno vietando l’allevamento di animali da pelliccia, l’Italia è fanalino di coda su questo. Infatti dovrebbe seguire l’esempio di altri paesi. Molti stati membri dell’EU infatti hanno riconosciuto la crudeltà di allevare animali selvatici in gabbia e hanno iniziato a prendere provvedimenti per questo tipo di allevamento. Infatti nazioni come l’Austria, Belgio, Regno Unito, Croazia, e l’Olanda hanno stabilito un divieto totale di allevamento di animali da pelliccia.

Dopotutto realizzare un capo non può essere sintesi di violenza.

BRAND CHE HANNO DETTO NO ALLE PELLICCIE VERE?

Mentre un tempo possedere una pelliccia era considerato uno “status symbol”, oggi la moda promuove tessuti sempre più performanti e a costi sostenuti che nulla hanno da invidiare alla pelliccia autentica.

Solo adesso molti marchi del lusso rinunciano all’utilizzo delle pellicce vere. Il primo è stato VF CORPORATION: questa azienda comprende più di 20 marchi (VANS, TIMBERLAND; LEE ECC.) ed è stata la prima a rinunciare all’utilizzo della pelliccia vera preferendo quella ecologica.

Però anche altri marchi come ARMANI, GUCCI e UGO BOSS hanno successivamente preso questa decisione che aiuterà molto anche l’ambiente…così, libere da ogni senso di colpa, le donne ritrovano l ‘amore per il maculato!

ANCHE IL PIANETA NE RISENTE?

Sembrerà assurdo, ma la produzione di pelliccia crea molti più GAS SERRA ed INQUINAMENTO dell’aria e dell’acqua di qualsiasi industria tessile.

Quindi se davvero abbiamo a cuore il nostro pianeta con i suoi abitanti, facciamo scelte di consumo basate sul nostro benessere; scegliamo materiali sostenibili, biodegradabili e durevoli!

L’ ANIMALIER E IL SUO FASCINO ANCHE NELLA SIGNORA ÂGÉE

Elegante, selvaggio e allo stesso tempo audace, lo stile ANIMALIER è amato da molti, soprattutto dalla signora âgée. Basti pensare all’attrice francese Catherine Deneuve che a 75 anni, giorni fa, in occasione della sfilata della famiglia Ernsting ad Amburgo, ha indossato un vestito ANIMALIER, tendenza dell’estate 2019. Questo è un esempio di come questo stile può tranquillamente essere portato ad ogni età se con giusta enfasi e attitudine.

Catherine Deneuve

Articolo gentilmente concesso dalla nostra collaboratrice Clotilde Meloro