La Jomi Salerno ha rivolto ai paesi della Comunità Europea le sue attenzioni scovando in Bulgaria due innesti di buon valore e indubbia prospettiva. Reduci dai trionfi ottenuti in patria con il Beki e dalle ottime prestazioni offerte con le rappresentative nazionali della Bulgaria, Lidiya Kovacheva e Madlen Todorova, dallo scorso 17 agosto si sono unite al gruppo guidato da Laura Avram.

Come mai avete deciso di accettare il trasferimento in Italia, in una società importante come la Jomi Salerno dopo l’esperienza con il pluridecorato club HC Beki che da anni domina il campionato bulgaro?

Il motivo più importante per cui ho deciso di lasciare la Bulgaria – afferma Lidiya Kovacheva – è che non c’è abbastanza sviluppo nell’ambiente della pallamano. L’HC Beki è una squadra che domina in Bulgaria, ma questo non è sufficiente per la crescita di un atleta. Voglio crescere e penso che la Jomi Salerno sia la scelta giusta per poter farlo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche la connazionale Madlen Todorova: “Volevo giocare in un altro campionato, in un altro paese. Ho accettato il trasferimento perché la squadra mi è piaciuta molto, ha dominato per molti anni il campionato italiano e di conseguenza ha la possibilità di partecipare ai tornei europei, motivo in più per venire qui”.

Da poche settimane avete iniziato la preparazione con la Jomi Salerno, come procede il vostro ambientamento con le nuove compagne ed il tecnico Avram?

Credo – afferma Lidiya Kovacheva – che le cose stiano andando abbastanza bene negli allenamenti, le ragazze della squadra sono molto comprensive e ci aiutano in tutto. Per quanto riguarda l’allenatrice Avram, è sicuramente un’ottima allenatrice, penso di aver molto da imparare da lei. Spero di essere all’altezza delle sue aspettative”.

“ Sono molto felice – le fa eco la connazionale Madlen Todorova – che la nostra allenatrice parli inglese oltre all’italiano. Questo rende più facile capire cosa si aspetta da me. Spero di giustificare la sua fiducia”.

Quali sono i vostri obiettivi alla prima esperienza nel massimo campionato di pallamano femminile?

I miei obiettivi – prosegue Lidiya Kovacheva – sono alti così come gli obiettivi della Jomi Salerno, voglio vincere tutto il possibile con questa squadra e mi auguro che la squadra possa ben figurare anche nei tornei europei”.

Quando sono andata ad allenarmi per la prima volta – continua Madlen Todorova – sono rimasta colpita dalle parole di tutti: c’è grande voglia di centrare il triplete, di provare a portare a casa supercoppa, scudetto e coppa Italia. Il mio obiettivo principale è questo oltre ad una prestazione degna di nota nelle coppe europee”.

Infine, un messaggio per i tanti tifosi della Jomi Salerno…

Ai tifosi salernitani – conclude Lidiya Kovacheva – voglio dire che sarò felice di vederli in occasione della nostra prima gara casalinga in programma il 12 settembre, ovviamente Covid permettendo. Spero, inoltre, che continueranno a sostenere la nostra squadra”.

Voglio ringraziare tutti – termina Madlen Todorova – per la calorosa accoglienza. Spero di avere innumerevoli emozioni ed esperienze positive insieme in futuro”.