Jomi, Cardaci: “Sfida impegnativa contro l’Estense Ferrara”

Torna a giocare davanti al pubblico amico la Jomi Salerno che sabato
pomeriggio (fischio d’inizio alle ore 18.30) sfiderà l’Estense
Ferrara, attuale quarta forza del campionato di serie A femminile. Un
match ostico, dunque, attende la capolista che per mantenere
l’imbattibilità stagionale non dovrà assolutamente sottovalutare
l’impegno contro un team che potrebbe ritrovare nelle sfide incrociate
di semifinale scudetto. Una partita resa ancora più interessante dalla
presenza nella compagine avversaria di ben tre ex indimenticate della
Jomi e cioè: Lorena Benincasa, Rita Trombetta e il portiere Martina
Iacovello. Ancora in piena corsa play-off scudetto il “sette” allenato
dallo sloveno Vojko Lazar è insidiato dalle varesine del Cassano
Magnago con le quali si contende l’ultima piazza disponibile per
l’accesso alla semifinale tricolore. Di contro le salernitane del
presidente Mario Pisapia, nonostante siano certe del primo posto al
termine della stagione regolare, vorranno mantenere l’imbattibilità e
allungare l’incredibile striscia vincente. “Non sarà una gara semplice
– evidenzia il tecnico della Jomi Salerno, Salvo Cardaci – le nostre
avversarie dopo aver disputato un campionato di vertice potrebbero
ancora rischiare di uscire dalla lotta per la conquista del titolo e
sono sicuro che daranno il massimo per ottenere punti alla Palumbo. Da
parte nostra, invece, si potrebbe verificare un fisiologico
rilassamento, dopo questa splendida volata in testa, in attesa delle
sfide decisive. In ogni caso ho già chiesto alle ragazze di non
mollare proprio a livello mentale e di affrontare ogni incontro con
determinazione poiché questo nostro gruppo ha ancora fame di vittorie
e dovrà presentarsi al rush finale nelle migliori condizioni
possibili”. Che gara si aspetta alla Palumbo contro Ferrara che conta
in organico ben tre ex della Jomi? “Mi attendo una gara vibrante
contro avversarie certamente motivate. Martina e Lorena (Iacovello e
Benincasa ndr.), tra l’altro, ho avuto il piacere di allenarle nella
scorsa stagione e stiamo parlando di due giocatrici molto valide che
ulteriormente hanno innalzato il tasso tecnico della formazione
emiliana. L’azzurra Rita Trombetta, invece, quando sono arrivato a
Salerno non c’era già più, ma non esito a dire che nel suo ruolo è
certamente tra le migliori giovani in circolazione del nostro
campionato”. Che aria si respira, infine, in casa Jomi? “Si respira
un’aria buona – dice sorridendo coach Cardaci – le ragazze sono
tranquille e continuano ad allenarsi con impegno ed entusiasmo.
Abbiamo smaltito abbastanza bene i problemi fisici importanti che
hanno avuto alcune nostre atlete nel corso della stagione (Ceklic e
Landri su tutte) e adesso stiamo cercando di recuperare anche Lamberti
e Romeo che dovrebbero tornare a pieno regime per l’impegno di Coppa
Italia a Bressanone. In ogni caso siamo pronti per questo finale di
stagione che spero possa regalarci delle soddisfazioni che questa
società, ma soprattutto le atlete che abbiamo a disposizione, hanno
dimostrato di meritare sul campo”.