Irpinia StreEat Mood apparecchia per tutti a Corso Vittorio Emanuele ad Avellino, dal 30 giugno al 2 luglio 2017.

Per tre giorni vi racconteremo l’Irpinia nel piatto, ma anche in un panino, su una pizza, in un sugo, su una brace, ed ovviamente anche l’Irpinia del viaggiare slow, della conoscenza lenta e profonda dei luoghi, ed infine l’Irpinia del lavoro, quello delle imprese che costruiscono il mood giusto dello sviluppo locale, la creatività che si nutre di biodiversità.

Mangeremo assieme l’Irpinia cucinata da più di 40 chef in otto punti food ogni sera (cinque zolle, due ristoranti e una vineria). Una strada del gusto per un viaggio nella biodiversità .

E non chiamatelo cibo di strada.
L’Irpinia il futuro remoto e la costruzione della memoria di domani
Quando si decide di costruire qualcosa si imprime un segno alla propria azione, un segno che è costruzione di futura memoria. Irpinia Mood si è data il colpito arduo di imprimere un verso alla promozione territoriale scegliendo le cose di cui ci si dovrà ricordare domani. La terra e la sua biodiversità sono beni di cui vogliamo essere orgogliosi. Questo racconta Irpinia StreEat Mood nella edizione 2017 e lo fa declinando la biodiversità in molti modi. Intanto con l’Irpinia dei piatti più buoni di sempre, con la sua varietà e la sua ricchezza storica, e poi con le modalità scelte fin dall’inizio da ISM: il dibattito, l’intrattenimento di qualità, la conoscenza, lo scambio, l’approccio multidisciplinare, la protezione dei tesori naturali, la promozione del territorio attraverso le proprie eccellenze, la costruzione di una rete solida che sia in grado di costruire la via per lo sviluppo.
Quello che costruiamo oggi sarà la memoria di domani, per questo è molto importante il segno che lasceremo. Per questo nel nostro percorso scegliamo con cura i compagni di viaggio e le attività da promuovere, anche le attività che hanno a che fare con il delicato esercizio del ricordare. Mentre la città assiste inerme al colpo di spugna che ha cancellato Piazza Libertà, ISM ha recuperato due piccoli tasselli del passato per rafforzare il senso di appartenenza e di identità ad un capoluogo svuotato di ruolo. Tasselli piccoli come zolle di terra, grandi come l’Irpinia.

Cinque zolle di sapore

Le zolle della biodiversità come le città invisibili di Calvino portano un racconto racchiuso nel nome, sono visibili e reali, ma anche immaginarie perché immaginate. Ma la divisione che abbiamo voluto imprimere alle nostre cinque zolle non è una divisione per insiemi, ma per limiti, contiguità, riferimenti comuni. Virginia è la zolla dei comuni che guardano a Montevergine, Termosia è la zolla in cui il fiume Calore disegna un percorso di unione, Bufetia riprende il vecchio nome dell’Ufita e così Irna e Daunia sono altrettanti limiti e caratteristiche di territori omogenei. Perché la biodiversità è contaminazione che nasce dai margini per arrivare al centro e viceversa, la biodiversità è la molteplicità di luoghi che formano un solo corpo. Ogni zolla ospiterà tre chef ogni sera e i ristoranti quest’anno raddoppiano. Tutti diversamente irpini con una particolarità: Irpinia StreEat Mood ospiterà Le cucine Mandarosso, il ristorante di Barcellona dell’avellinese Pietro Leonetti. Nel gioco della ricostruzione della identità il Mandarosso avrà un ruolo importantissimo perché Pietro, che assieme al fratello ha raccolto l’eredità di famiglia, oltre al menù del Mandarosso, riproporrà la mitica panna del Bar Diana. Il regalo di Irpinia Mood alla città di Avellino.

Termosia

Venerdì:
Raffaele De Risi – Il Vecchio Mulino
Marco Grieco – Sughero Bistrot
Francesco Fusco – Il moera

Sabato:
Massimo Pisaniello – Il Gastronomo
Vincenzo Delli Bovi – Il Gastronomo
Sara Palmieri – Il Gastronomo

Domenica:
Paolo Barrale – Marennà
Emilio Grieco – I Santi
Luisa Evangelista e Stefano Parrella – La Lanterna
Irna

Venerdì:
Rinaldo Ippolito – GB agricola
Raffaele Vitale – Villa Raiano
Enzo Grotta – Gelosia/Dolciarte

Sabato:
Rinaldo Ippolito – GB agricola
Raffaele Vitale – Villa Raiano
Carmen Urciuoli – Osteria dei cappuccini

Domenica:
Rinaldo Ippolito – GB agricola
Raffaele Vitale – Villa Raiano
Gianluca D’Agostino – Veritas

Virginia

Venerdì:
Isabella Preziuso – Locanda La molara
Giovanni Arvionio – La Taberna del Principe
Lello Ravo – Parthenos

Sabato:
Lello Ravo – Parthenos
Antonella Alvino – Memea
Debora Creti – Crepas

Domenica:
Lello Ravo – Parthenos
Pasquale Pesce – Pasticceria Pesce
Antonio Magliacane – Saporitaly
Daunia

Venerdì:
Alfredo De Caro – De Caro HSF
Giuseppe Maglione – Daniele Gourmet
Donato Tornillo e Boudan Tustaniak –
Agriturismo Valle Ofanto feat. La Locanda dell’Arco
Sabato:
Sabatino Russo – Megusta
Antonio De Caro – De Caro HSF
Donato Tornillo e Boudan Tustaniak –
Agriturismo Valle Ofanto feat. La Locanda dell’Arco
Domenica:
Luca Pugliese – chef freelance
Giuseppe Maglione – Daniele Gourmet
Donato Tornillo e Boudan Tustaniak –
Agriturismo Valle Ofanto feat. La Locanda dell’Arco
Bufetia

Venerdì:
La Corte dei Filagieri – Antonio Petrillo
Hirpinia Sapores – Pino Boccella
Pub Highlander – Claudio Morassi

Sabato
La Corte dei Filangieri – Antonio Petrillo
Hirpinia Sapores – Pino Boccella
Pub Highlander – Claudio Morassi

Domenica
La Corte dei Filangieri – Antonio Petrillo
Megaron – Valentina Martone
Due Nani – Flavio Rubino
I ristoranti

Gino e la Giraffa
Villa di Marzo
Le cucine Mandarosso
Ajo
Workshop e Laboratori

Domenica 2 luglio dalle ore 09.30

Foodstyling con Valentina Scannapieco || www.occhiovunque.it

15 posti disponibili

Chi non ha mai fotografato il suo piatto prima di mangiarlo? La passione di fotografare il cibo ci accumuna tutti.
Per farci aiutare dalle grandi citazioni, un po’ perché “siamo quello che mangiamo” e un po’ perché “mangiare con gli occhi” non è solo un modo di dire.
I colori, la composizione e i profumi sono il vero antipasto di ogni portata. Allora abbiamo deciso di dedicare spazio per un momento di pura ispirazione e quale social meglio di Instagram per comunicare questa passione?
I piatti saranno quelli proposti in giro per la manifestazione, ma la fantasia sarà tutta “farina” dei partecipati, accompagnati attentamente dalla professionalità e dalla tecnica della nostra ospite d’eccezione che vi svelerà come rendere ‘appetitosi’ i vostri scatti food sul social più amato dai fotografi.
Ed in tutte le giornate, Laboratori delle associazioni Pabulum e della Fattoria Isca delle Donne dedicati ai bambini. In particolare:

L’associazione Pabulum sarà parte attiva degli eventi in programma.
La vulcanica Katya Tarantino, presidente dell’associazione, ha infatti organizzato con i suoi associati diversi momenti di approfondimento.
Gustosando… con Tutta Salute! L’iniziativa ha l’obiettivo di educare ad un corretto stile alimentare sensibilizzando bambini e ragazzi sulla necessità di un’alimentazione varia, sana e bilanciata. L’equipe di biologi nutrizionisti offre l’opportunità di svolgere divertenti attività e di utilizzare diverse modalità di lavoro. I bambini ed i ragazzi vengono coinvolti attivamente, sollecitando in loro la curiosità, la voglia di capire, di modificare un comportamento per migliorarsi.
La fattoria 4 presenta invece, sempre rivolto ai bambini, Fiabe dall’Africa, il progetto nasce dall’ esigenza di stimolare il riconoscimento e la valorizzazione delle diversità, sviluppare la curiosità e la creatività dei bambini, orientandola verso mondi nuovi ed ambienti diversi dal loro. Si intendono seguire i fondamenti dell’educazione interculturale, la quale si basa sulla consapevolezza che i valori che danno senso alla vita non sono tutti nella nostra cultura, ma neppure tutti nelle culture degli altri; non tutti nel passato, ma neppure tutti nel presente o nel futuro.
Educare all’interculturalità significa costruire la disponibilità a conoscere e a farsi conoscere nel rispetto dell’identità di ciascuno in un clima di dialogo e di solidarietà.

SofàMood – I talk

Venerdì 30 Giugno

ore 17.00
“Economia della Biodiversità e Sviluppo sostenibile: l’Europa e i nostri Comuni”

Massimo Paolucci, Commissione Agricoltura Parlamento Europeo
Domenico Gambacorta, Presidente della Provincia di Avellino e sindaco di Ariano Irpino
Paolo Foti, sindaco di Avellino
Rosanna Repole, sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi
Mario Vanni, sindaco di Altavilla Irpina
Michele Vignola, sindaco di Solofra
Beniamino Palmieri, sindaco di Montemarano
Modera Marco Grasso (Più Economia – Il Mattino)
ore 19.00
Presentazione del primo premio “Otium” in memoria di Agostino Della Gatta – modera Lara Tomasetta (Orticalab) – consegnerà il premio Luigi Napolitano (Ente Provinciale per il Turismo)

“Un nuovo sguardo su noi stessi”: Presentazione dell’Accordo quadro stipulato tra l’associazione culturale Irpinia Mood e l’Accademia delle Belle Arti di Napoli

Marco Staglianò e Maria Tolmina Ciriello intervistano Giuseppe Gaeta, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli

Sabato 1 Luglio

ore 17.00
“La tutela dei marchi nella filiera dell’Agroalimentare”

Colomba Mongiello, Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati
Marco De Matteis, Amministratore Delegato della “De Matteis Agroalimentare S.p.A.”
Sabino Basso, Amministratore Unico “Basso Fedele e figli”
Modera Marco Staglianò
ore 19.00
“Economia della Biodiversità, una sfida per l’Irpinia nel Mezzogiorno”

Valentina Paris parlamentare Pd
Luigi Famiglietti parlamentare Pd
Angelo Antonio D’Agostino, parlamentare Scelta Civica
Carlo Sibilia, parlamentare M5S
Giuseppe De Mita, parlamentare Udc
Giancarlo Giordano, parlamentare Si
Modera Alfredo Picariello, Più Economia

ore 21.00
Marco Staglianò e Franco Genzale intervistano Luigi Moio
Domenica 2 Luglio

ore 11.30
“L’Irpinia delle Aree Vaste e del Psr: il futuro passa per la Regione”

Rosa D’Amelio, Presidente del Consiglio Regionale
Maurizio Petracca, Presidente Commissione Regionale Agricoltura
Enzo Alaia, Consigliere Regionale
Carlo Iannace, Consigliere Regionale
Modera Rosa De Angelis (IrpiniaTV)
ore 19.00
“Ambiente, cibo, salute: una nuova frontiera per uno sviluppo sostenibile”
Angelo Percopo, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Moscati
Antonio Limone, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico del Sud Italia
Giuseppe Orefice, Presidente Slow Food Campania
Modera Franco Genzale (orticalab)
ore 21.00
Gli altri siamo noi: Irpinia, diversità e accoglienza

Mohammed el-Mehenny – ospite SPRAR “Valeria Solesin” Torrioni
Alain Irié Bi Irié – mediatore SPRAR Conza della Campania
Salvatore Esposito – Presidente “Mediterraneo Sociale”
Saverio Mascolo & Emilio Mesanovich – attivisti ex Opg “Je so pazz”
Francesca Coleti – Presidente ARCI Campania
Modera Giulia D’Argenio (Orticalab)

ore 23.00

Un evento, tanti eventi, l’evento: fare rete è possibile, anche in Irpinia – Associazioni culturali a confronto
Irpinia Mood – Castellarte – Esca Jazz – SponzFest – La juta a Montevergine – Sapori Antichi – Tarantella for Africa – Forino Folk Festival – Baraonda Festival to Help – ‘A Riacca sotto ‘o Piesco
Modera Maria Fioretti (Orticalab)
La musica

Venerdì:
Area wine
Noja
Dj set Nicola Martorano

Area centrale
Therivati live
Dj set Sergio Tartaglia

Area villa/convitto
Makardia live x Sponz Fest
Concerto Orchestra Cimarosa
Esca Jazz live

Sabato:
Area wine
FiloQ live set
Dj set Vinyl Gianpy

Area centrale
Tommaso Primo live
Dj set Joe

Area villa/convitto
Tarantella for Africa live
Ivano Romano
Domenica:
Area wine
Dj set Luca Frisetti
Gabriele Troisi

Area centrale
Dub & Patane dj set + live cooking performance

Area villa/convitto
Angelo Ferrante live + dj set
Slivovitz live

Lo sport

Una delle nostre passioni è ritrovare assieme il passato che ci emoziona e farlo rivivere. Ma la nostra non è malinconia, a noi piace rimettere in luce i segni identitari che risvegliano il senso di appartenenza.

Il basket è parte della storia della città di Avellino, e la 24ore di basket ne è stata parte per anni.

E’ mancata per 15 anni, ma noi non l’abbiamo dimenticata.

Sono aperte le iscrizioni alla prima edizione di
“Irpinia Street Basket – 24h”

Il termine ultimo di presentazione è giovedì 29 giugno alle ore 24.

Il torneo avrà inizio sabato 1 luglio alle ore 18 in corso Vittorio Emanuele (nei pressi di Zara).

I nostri compagni di viaggio

Main Sponsor
Villa Raiano, Armando, BCC Flumeri, Olio Basso

Sponsor Tecnici
Grafica Metelliana, La Caramella, Picariello – arredo negozi, ReLegno

Sponsor
Acrobat Beer, Agaton, Azienda agricola Fabio de Beaumont, Birrificio 23
Cantine Dryas, Carmasciando, Contrada Macera, La fabbrica dei liquori della comunità benedettina di Montevergine
GB Agricola, Giovanniello, Horeca Service, Il Gufo, Lo Conte “Farine Magiche”
Macchie Santa Maria, Natura d’Irpinia, Natura&Essenze
Pastificio Codella, Pazzariè, Sidigas, Sodano, Verde Irpinia, Sky, Linkem

Patrocini
Regione Campania, Provincia di Avellino, Comune di Avellino
Camera di Commercio di Avellino, CONI Avellino
Confindustria Avellino, Accademia delle Belle Arti di Napoli
Slow Food Condotta di Avellino, Istituto Alberghiero Manlio Rossi Doria
Ente Provinciale per il Turismo di Avellino

Media Partner
Orticalab

Direzione artistica musicale
Tilt!
L’evento degli eventi

Siamo diversamente irpini anche perché crediamo nel valore della collaborazione, nella ricchezza della contaminazione, nel concetto di rete.
Proprio con questo spirito abbiamo aperto una interlocuzione con alcune delle principali realtà associative della provincia che promuovono eventi del tutto in linea con la narrazione d’Irpinia che Irpinia Mood vuole contribuire ad alimentare: Castellarte, EscaJazz, La Juta a Montevergine, Sponz Fest, Tarantella for Africa,Baraonda festival to help, Forino Folk Festival, Sapori Antichi.
Associazioni che vivono dell’impegno e della passione di donne e uomini come noi, mossi dal medesimo amore per questi territori. L’obiettivo è quello di avviare un percorso comune il cui approdo dovrà essere quello della costruzione di un calendario condiviso di eventi, per un racconto condiviso del futuro che saremo in grado di costruire solo insieme.

L’evento degli eventi

Siamo diversamente irpini anche perché crediamo nel valore della collaborazione, nella ricchezza della contaminazione, nel concetto di rete.
Proprio con questo spirito abbiamo aperto una interlocuzione con alcune delle principali realtà associative della provincia che promuovono eventi del tutto in linea con la narrazione d’Irpinia che Irpinia Mood vuole contribuire ad alimentare: Castellarte, EscaJazz, La Juta a Montevergine, Sponz Fest, Tarantella for Africa,Baraonda festival to help, Forino Folk Festival, Sapori Antichi.
Associazioni che vivono dell’impegno e della passione di donne e uomini come noi, mossi dal medesimo amore per questi territori. L’obiettivo è quello di avviare un percorso comune il cui approdo dovrà essere quello della costruzione di un calendario condiviso di eventi, per un racconto condiviso del futuro che saremo in grado di costruire solo insieme