Tre storie “gialle” per il nuovo salotto letterario della XIII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo che vede protagonisti scrittori in concorso per il Premio costadamalfilibri, maiolica realizzata dalla Daedalus di Vietri sul Mare, al Largo Orlando Buonocore di Atrani il 4 giugno, inizio alle ore 19.30, in collaborazione con il Forum dei Giovani ed il patrocinio del Comune di Atrani.

Alfonso Bottone, direttore organizzativo ..incostieraamalfitana.it, si intratterrà infatti con Davide Bottiglieri autore di “Prove per un requiem” edito da Les Flaneurs, Giuseppe Esposito con “Pecunia regina mundi” pubblicato da Stamperia del Valentino, Angelo Sparano e “L’inganno e la vendetta. L’ultimo sussulto dell’orgoglio longobardo” edito da Areablu.

Quando l’ispettore Ljudevit Alecsandri in “Prove per un requiem” di Davide Bottiglieri si lancia nell’ennesimo inseguimento del suo nemico, ha due certezze: che il demone di Cluj non arresterà la sua sete di sangue e che la sua amata Helena ormai non c’è più. Accompagnato dal fedele dottor Mesmer intraprende un viaggio alla volta di Vienna, scenario tanto bello quanto crudele, nuova testimone di efferati delitti. Nella capitale si è pronti a giocare una partita le cui pedine sono tutte nuove e aspettano, ignare, che sia la mano dell’ispettore, sempre più in lotta con le sue ombre, o del demone a fare la prima, eclatante mossa. E a continuare il proprio gioco fino all’ultimo duello.

Salerno nel 1906 è una piccola città ma sul suo territorio sono fiorite e prosperano, oltre alle industrie tessili, anche quelle alimentari che esportano fin nelle lontane Americhe. In questo ambiente dinamico, che fa da scenario a “Pecunia regina mundi” di Giuseppe Esposito, spicca la presenza di un uomo eccezionale, che se fosse nato in America, avrebbe meritato l’appellativo di self made man. Nato povero, è riuscito a costruire una delle maggiori industrie cittadine, un pastificio dotato addirittura di un suo molo esclusivo per l’attracco delle navi. Quest’uomo è il cavalier Francesco Grimaldi. Purtroppo, come accade sovente nella vita dei grandi capitani d’industria, al successo negli affari corrisponde una reatà familiare ricca di contrasti e di problemi. Quei problemi un bel giorno vengono a galla e provocano il crollo di tutto quello che don Ciccio Grimaldi era riuscito a realizzare. Il commissario Acquaviva sarà costretto a scavare nell’intimità della famiglia di don Ciccio con risultati drammatici.

Protagonista ancora Salerno in “L’inganno e la vendetta” di Angelo Sparano, dove nel dicembre del 1079, dopo che da due anni e mezzo era diventata capitale dei vasti domini del normanno Roberto d’Altavilla detto il Guiscardo, viene ammazzato e derubato un mercante amalfitano. Un vero colpo di fortuna per il ladro: la borsa sottratta al morto conteneva la bellezza di cinquanta bisanti! Ma è stata davvero una rapina? A dubitarne fortemente è Landolfo, il funzionario responsabile delle indagini. Secondo lui, dietro quell’assassinio c’è qualcosa di molto più grave, un oscuro pericolo che minaccia perfino l’arcivescovo di Salerno. I fatti sembrano dargli ragione, quando a quello seguiranno altri delitti, eseguiti con il medesimo e strano rituale. Anche padre Pietro nutre gli stessi dubbi e gli stessi timori. Chi minaccia la città?

A seguire presso il Ristorante “Le Arcate”, che festeggia i 60 anni di attività, le attrici Brunella Caputo e Sabrina Prisco, nell’ambito di “A cena con l’Assassino…in riva al mare”, metteranno in scena il radiogiallo “Il Club dell’ultimo uomo”, giocando con i commensali alla risoluzione del misterioso “caso” poliziesco. Per prenotazioni ed informazioni: Segreteria organizzativa 3487798939; Le Arcate 089.871367; Pro Loco Minori 089.877087.

Dedicata alla lotta contro razzismo e xenofobia, la XIII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo si snoderà lungo le più incantevoli e suggestive location della Costa d’Amalfi (Praiano, Furore, Conca dei Marini, Amalfi, Atrani, Minori, Maiori, Tramonti, Cetara), ma anche tra le città di Salerno, Cava de’ Tirreni, Nocera Superiore ed Inferiore, fino al 14 Luglio 2019, con il patrocinio della Commissione Europea, di UNICEF Italia, de I Borghi più Belli d’Italia, del Touring Club Salerno, dell’UNPLI provinciale Salerno, del Distretto Turistico Costa d’Amalfi, e gli auspici del Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali.